"Michael Schumacher, Ayrton Senna o Lewis Hamilton chi è il migliore di tutti?" è questa la domanda più gettonata dai discorsi da bar tra appassionati fino alle interviste ai grandi protagonisti della Formula 1 attuale e passata. Domanda divenuta ancora più frequente ora che il britannico ha eguagliato il Kaiser come pilota più vincente nella storia del Circus. Domanda a cui non si è potuto sottrarre il quattro volte campione del mondo Sebastian Vettel che ha conosciuto da vicino sia il connazionale che il 35enne di Stevenage.

In un'intervista rilasciata al settimanale tedesco "Die Zeit" infatti gli è stata posta proprio questa domanda ("Michael Schumacher, Ayrton Senna, Lewis Hamilton chi, se non tu, potrebbe rispondere alla domanda chi è il migliore di tutti?") alla quale l'attuale pilota della Ferrari ha risposto in modo chiaro ed inequivocabile: "Schumacher!".

Sebastian Vettel, il primo a congratularsi con Lewis Hamilton per aver eguagliato il record di titoli Mondiali del suo idolo subito dopo il traguardo del GP della Turchia, ha poi anche spiegato la sua risposta e il perché abbia risposto senza alcun indugio:

"In realtà – ha premesso infatti il quattro volte campione del mondo -, è presuntuoso nominare il migliore di tutti i tempi. È impossibile confrontare un Fangio con una Senna. O forse Schumacher avrebbe avuto difficoltà negli anni '50 e Fangio non avrebbe vinto nel 2000.

Ma – ha poi aggiunto il futuro pilota Aston Martin – continuo a dire che Michael è il migliore di tutti i tempi per me. Quando è arrivato ha sbloccato una sorta di livello extra – ha infine concluso facendo un riferimento da appassionato di videogiochi qual è-. Non ho mai sentito lo stesso fascino e lo stesso talento in nessun altro".