Sebastian Vettel potrebbe dire addio alla Ferrari ma non al mondo delle corse. A 32 anni, il campione tedesco, unico al momento a poter vantare 4 titoli mondiali consecutivi come Fangio e Schumacher, potrebbe salutare il Cavallino Rampante dopo 5 anni di matrimonio. Motivo? Questioni legate al rinnovo del contratto di cui si sta discutendo da settimane e sul quale ci sarebbe un forte disaccordo tra pilota e scuderia. Così, dalla Germania sono rimbalzate voci di un addio oramai imminente e che potrebbe concretizzarsi nelle prossime ore, aprendo a nuovi risvolti del  prossimo mercato, visto che il tedesco non avrebbe problemi a firmare per un'altra casa e continuare a correre.

Il primo nodo che non si è sciolto è stato quello della durata del rinnovo di contratto. Sebastian Vettel ha puntato su un nuovo biennio in ‘rosso', accettando a 32 anni di non firmare come suo solito, un triennale su cui costruire il progetto tecnico insieme al team per cui guida. Una scelta che per il tedesco sarebbe dovuta combaciare con una durata inferiore ma senza una decurtazione economica sullo stipendio. E qui si arriva al secondo nodo: la Ferrari avrebbe invece spinto per una riduzione cospicua dell'ingaggio. Dagli attuali 30 milioni si passerebbe a circa 12, cifre ritenute inaccettabili dal pilota e che diverrebbe un taglio record nel mondo della Formula 1.

Per Vettel non si tratterà di certo del ritiro dalle corse visto che il campione tedesco non ha alcuna intenzione di dire addio come aveva rivelato alla ‘Bild' nelle scorse settimane: "Sono più vecchio ma non mi sento vecchio, e a 32 anni mi diverto ancora e voglio continuare. Lontano alla Ferrari? Un altro tedesco mi pare lo abbia già fatto in passato…" Così, sulle orme dell'amico Schumi, anche Sebastian potrebbe salutare Maranello e fornire la propria esperienza per qualche altra scuderia, anche se al momento, non c'è alcuna indiscrezione al riguardo.

Chi, dopo Vettel in Ferrari?

In Casa Ferrari non commentano le ultime indiscrezioni, segnale che anche il Cavallino Rosso potrebbe stare già guardando altrove, come puntare su Carlos Sainz o Daniel Ricciardo. Entambi hanno ottime chance per vestirsi di rosso dal prossimo mondiale. Carlos Sainz, oggi in McLaren, è considerato il candidato principale per affiancare il talento di Charles Leclerc al Cavallino ma anche in Renault il posto di Daniel Ricciardo non è così sicuro. Il team, che ha sotto contratto anche Esteban Ocon per il 2021, è incerto sulla conferma dell’australiano.