I piloti Ferrari Charles Leclerc, 22 anni, e Sebastian Vettel 32 / Getty
in foto: I piloti Ferrari Charles Leclerc, 22 anni, e Sebastian Vettel 32 / Getty

Una dichiarazione che, in un periodo così delicato come quello che stiamo attraversando per l’epidemia di Coronavirus (qui le ultime notizie e gli aggiornamenti in tempo reale sulla situazione in Italia e nel mondo), fa ancora più rumore. Charles Leclerc ha parlato della possibilità che Sebastian Vettel sia spinto a lasciare la Ferrari dopo che la Scuderia di Maranello ha formulato la sua offerta di rinnovo al tedesco.

Ferrari F1, rinnovo Vettel: Leclerc si schiera

La strategia adottata dalla Ferrari è quella del “contratto più basso possibile”, la stessa utilizzata per il rinnovo già firmato da Leclerc, prevedendo un importante taglio dello stipendio rispetto ai 40 milioni di euro l’anno attualmente percepiti dal tedesco e, nel caso di Seb, anche l’estensione dell’accordo al solo 2021. Leclerc, che al contrario sarà legato alla Rossa almeno fino al 2024, è stato schietto sulla sua situazione in Ferrari. “Mi sento davvero fortunato ad essere nella posizione di avere contratto a lungo termine – dice il 22enne monegasco nelle dichiarazioni raccolte da Motorsport.com – . Conosco però bene anche la posizione di Sebastian perché negli ultimi due anni l’ho vissuta in prima persona”.

Leclerc ha chiuso davanti a Vettel nella classifica piloti della passata stagione dopo un’annata intrisa di controversie per gli ordini di scuderia che ponevano il tedesco nel ruolo di prima guida, sfociando nel disastro di Interlagos con il clamoroso scontro tra i due ferraristi nel Gran Premio del Brasile. “Lo scorso anno – prosegue Leclerc – ci sono stati alcuni momenti difficili ma il nostro rapporto è rimasto lo stesso. Siamo entrambi abbastanza maturi da separare ciò che accade in pista da cosa accade fuori”.

“Se lo sostituiranno, rispetterò la scelta”

Quando però gli è stato chiesto se vuole che Vettel continui a correre con la Ferrari, Leclerc si è schierato a favore del team. “Io sto molto bene con Vettel in squadra – ci tiene a premettere Charles – ma rispetterei la decisione della Ferrari se decideranno di sostituirlo”. In ogni caso, non pensa che l’incertezza sul futuro del tedesco avrà alcun impatto sull’integrità del compagno di squadra: “Non credo che un contratto di un anno lo destabilizzerebbe così tanto. È un pilota molto forte e mi aspetto che lo sia nonostante la posizione in cui si trova.