Trent'anni dopo il debutto del primo Schumacher in Formula 1, Mick Schumacher seguirà le orme del famoso padre Michael nella prossima stagione e si unirà alla Haas come pilota ufficiale. Dopo l'annuncio del team statunitense il giovane pilota ha anche rivelato quale sarà il suo futuro numero di partenza e spiegato i motivi che lo hanno portato a fare questa scelta.

"Ho pensato a me stesso – ha detto infatti Schumi jr -. E sarà il 47. Non era la mia prima scelta. Il 4 e il 7 – ha poi spiegato – sono entrambi i miei numeri preferiti. Ma siccome erano già entrambi assegnati, ho scelto 47".

Il numero 4 è infatti già stato preso dal pilota della McLaren Lando Norris che correrà con la scuderia britannica anche l'anno prossimo, mentre il numero 7 è invece da sempre il numero di Kimi Räikkönen e dunque campeggerà sull'Alfa Romeo anche nella prossima stagione. E, dato che i numeri di partenza non possono essere assegnati due volte, per Mick Schumacher è stato necessario trovare un'alternativa virando per una combinazione dei due numeri preferiti.

Ma perché 47 e non 74? Probabilmente perché si è ricordato del fatto che papà Michael Schumacher prediligeva i numeri dispari (Schumi senior ha vinto i suo titoli mondiali con l'#1, il #3 e il #5, e nella sua ultima esperienza in Formula con la Mercedes ha "costretto" il compagno Nico Rosberg a cedergli il 3), ma anche per un altro motivo.  E a spiegarlo è lo stesso Mick: "È stato anche abbastanza divertente: infatti se si sommano tutti i compleanni della mia famiglia, si ottiene 47. Quindi era abbastanza chiaro che sarebbe stato quello il numero". Papà Michael è infatti nato il 3 gennaio, mamma Corinna il 2 marzo, la sorella Gina-Maria il 20 febbraio e lui il 22 marzo.