Dopo una settimana i piloti della classe regina del Motomondiale sono tornati in pista. Dopo il GP della Catalogna, la MotoGP si è spostata a Le Mans sul circuito Bugatti per la prima sessione di prove libere del GP di Francia, nono appuntamento del Mondiale 2020 della MotoGP.

A piazzare il miglior tempo nelle prime libere della MotoGP del gran premio francese condizionate dalla pioggia e dall'asfalto bagnato è stato Bradley Smith che con la sua Aprilia del team Gresini nel suo miglior giro lanciato ha fermato il cronometro sull'1:43.804 precedendo di 154 millesimi il padrone di casa Johann Zarco con la Ducati del team Avintia.  Il francese apre quindi un quartetto tutto "Ducati": terzo tempo infatti per Danilo Petrucci sulla desmosedici del team ufficiale della casa di Borgo Panigale che ha fatto meglio di Jack Miller del team Pramac  e l'altro alfiere della squadra ufficiale Andrea Dovizioso. Il forlivese ha preceduto nell'ordine tre Yamaha con Maverick Vinales (6°) che ha chiuso davanti a Franco Morbidelli (7°) e Valentino Rossi (8°).

Appena fuori dalla top-10 invece l'altro ducatista del team Pramac Pecco Bagnaia (11°). Maggiori difficoltà sul bagnato invece per le due Suzuki di Alex Rins (12°) e Joan Mir (13°).  Solo 18° invece il leader del Mondiale e padrone di casa Fabio Quartararo che nel suo miglior giro ha piazzato un tempo altissimo, ad oltre due secondi da quello fatto registrare dal leader della sessione Bradley Smith. La pioggia di Le Mans sembra aver messo in difficoltà anche i piloti KTM con Pol Espargarò che non è riuscito ad andare oltre al 10° tempo di giornata, Brad Binder che ha terminato con la 16a prestazione. Ancora peggio hanno fatto i due alfieri del team Tech 3 Miguel Oliveira (19°) e Iker Lecuona (20°).