Il coronavirus continua a diffondersi nel paddock della MotoGP. Dopo Valentino Rossi anche un membro del gruppo Michelin Motorpsort, fornitore degli pneumatici del Motomondiale, è risultato positivo al Covid-19 alla vigilia del Gran Premio di Aragón in programma in questo fine settimana (oggi la gara della MotoGP con inizio alle 15). Il tecnico è asintomatico e come da protocollo è stato immediatamente isolato.

Ad annunciarlo la stessa Michelin tramite un comunicato ufficiale diramato questa mattina con il quale ha spiegato che, nonostante il secondo tampone a cui si è già sottoposto il tecnico abbia dato esito negativo, la casa produttrice di gomme nel rispetto del protocollo sanitario imposto per la MotoGP, lo ha escluso dal gruppo Michelin impegnato oggi al MotorLand di Aragon. Il tecnico rimarrà dunque isolato per 10 giorni in loco prima di essere sottoposto nuovamente a un nuovo tampone per poter tornare a far parte del paddock di MotoGP.

Il costruttore francese di Clermont-Ferrand ha inoltre segnalato che anche un altro membro del gruppo MotoGP che ha avuto contatti diretti con la persona risultata positiva è stato posto in isolamento per lo stesso periodo ad Aragon, nonostante il tampone abbia dato esito negativo.

"La Michelin rispetta pienamente le regole messe in atto per il benessere di ciascuno ed entrambi rimarranno isolati per il periodo richiesto – si legge infatti nel comunicato diramato dalla fornitrice ufficiale di gomme della MotoGP –. Il resto del team Michelin è stato testato e tutti i risultati sono negativi, il che significa che potranno svolgere i loro compiti oggi al Gran Premio di Aragona".