Kimi Raikkonen è un mito della Formula 1, compirà 42 anni il prossimo autunno, ha schiere di tifosi in ogni parte del mondo ed è il pilota che ha disputato più Gran Premi in assoluto. Anche quando sbaglia le critiche non sono severissime, ma è a casa che il campione del mondo 2007 ha subito la più pesante tirata d'orecchie per l'errore che ha prodotto il ritiro nel Gran Premio del Portogallo di Portimao a casa sua, a rimproverarlo è stato il figlio Robin, che ha 5 anni ed ha già una grande passione per i motori.

Il ritiro di Raikkonen nel GP di Portogallo

Nelle primissime fasi della gara di Portimao il finlandese sbaglia come fosse un rookie, valuta male la distanza con il compagno di squadra Giovinazzi e lo tampona. Probabilmente si è distratto Kimi che pochi secondi dopo con l'ala anteriore danneggiata non ha potuto far altro che fermarsi e ritirarsi. Il 335° GP in carriera è terminato così, dopo pochissimo. Avrà il tempo per rifarsi Raikkonen che per conquistare punti ha a disposizione altre venti gare.

Robin rimprovera Kimi Raikkonen

Kimi è tornato su quell'episodio nella conferenza stampa della vigilia del Gran Premio di Spagna di Barcellona e con grande nonchalance ha detto che la critica peggiore l'ha ricevuta la stessa sera della gara di Portimao. Tornando a casa Raikkonen si è trovato di fronte il figlio, Robin, che è stato già messo al volante, ed è già molto bravo. Il piccolo candidamente, come fanno i bambini, al papà ha fatto notare l'errore:

Da parte mia il momento peggiore della domenica è stato quando mio figlio mi ha ricordato le parole che gli dico io quando corre con i go-kart, dicendomi: ‘Tu mi dici sempre di guardare davanti'.