Jorge Lorenzo e Fabio Quartararo nel 2015 / Getty
in foto: Jorge Lorenzo e Fabio Quartararo nel 2015 / Getty

La Yamaha ha fretta, e Jorge Lorenzo va veloce. In una giornata scandita dalla decisione della Yamaha di anticipare la notizia della promozione di Fabio Quartararo al posto di Valentino Rossi – il giovane francese passerà dal team satellite a quello ufficiale nel 2021 – resta ancora un tassello da mettere a posto riguardo al prossimo futuro. Una dichiarazione che, visto il rapido susseguirsi degli eventi, potrebbe arrivare a brevissimo.

Lorenzo collaudatore Yamaha?

Del resto, dell’ipotesi di Lorenzo collaudatore Yamaha si parla ormai da mesi, da quando lo spagnolo ha anticipato di un anno la sua uscita dalla Honda, annunciando il ritiro dalle competizioni alla fine del 2019. Una mossa che la Yamaha è determinata a sfruttare per tornare ad avere lo spagnolo in sella alla M1. A breve, i vertici di Iwata potrebbero decidere di rivelare l’assetto del test team, considerando che sia il circuito di Sepang – dove è previsto il primo turno di test invernali – sia quello di Losail – che ospiterà la seconda e ultima sessione di collaudi pre-campionato – possono essere il teatro perfetto per confermare le voci in circolazione. Nell’attesa, il pluricampione spagnolo alterna giorni di vacanza ad allenamenti in palestra per mantenersi in forma. Da qualche settimana, tra l’altro, ha intensificato anche lo scambio di messaggi sui social con Quartararo. Segnale che può lasciare intendere come tra i due sia già partita la collaborazione.

Visita all’Inter e anche un “messaggio” per Quartararo

Anche oggi, subito dopo il post pubblicato su Instagram da Quartararo, Lorenzo è stato tra i primi a commentare il suo ingaggio. “Congratulazioni Fabio! Te lo meriti” scrive Jorge tra le migliaia di interazioni, anche di chi, ancora incredulo, chiede se davvero il francese dividerà il box Maverick Vinales.

Il messaggio di Lorenzo a Quartararo / Instagram
in foto: Il messaggio di Lorenzo a Quartararo / Instagram

La risposta è arrivata questa mattina dalla Yamaha, con anche la polemica sui tempi e modi dell’annuncio con cui si dà il benservito a Valentino. Un polverone appena scoppiato, al quale Lorenzo in ogni caso non partecipa, raggiungendo nel frattempo la sede dell’Inter a Milano. Ad attenderlo, foto di rito, l’incontro con il presidente Steven Zhang e anche la maglia nerazzura con il suo nome e il 99, il suo numero di gara. Poi la promessa in vista dei quarti di finale di Coppa Italia tra Inter e Fiorentina. “Ci vediamo stasera allo stadio”.