Cosa farà Andrea Dovizioso nel 2021? La domanda che ci si pone fin da quando è stato annunciata ufficialmente la sua separazione con la Ducati al termine della stagione ha finalmente una risposta. L'annuncio ufficiale arriverà in settimana, prima dell'inizio del secondo week end della MotoGP sul circuito di Valencia, penultimo gran premio in sella ad una desmosedici per il forlivese. Ma non sembrano esserci più grossi dubbi.

Dopo 7 anni e 139 GP ad oggi disputati con 14 vittorie e 39 podi con la casa di Borgo Panigale nella classe regina del Motomondiale, il 34enne di Forlì dirà addio alla Ducati al termine della stagione ma non passerà alla concorrenza. Stando a quanto appreso da Fanpage.it infatti Andrea Dovizioso ha deciso di declinare l'offerta della Yamaha che lo avrebbe voluto come collaudatore delle M1 da gara al posto del deludente Jorge Lorenzo.

Il classe '86 nel 2021 dunque non farà il tester ma non farà parte della line-up iniziale di nessuna squadra. Andrea Dovizioso avrebbe infatti deciso di prendersi un anno sabbatico dalla MotoGP, nel quale si concentrerà sulla sua altra grande passione, vale a dire il Motocross. Ma quello del forlivese non è un addio definitivo al Motomondiale. L'obiettivo del forlivese è infatti quello di mantenersi in forma per tornare nella classe regina nel 2022, quando di anni ne avrà 36, non come collaudatore ma come pilota titolare.

Dopo le ultime due gare della stagione (GP della Comunità Valenciana e GP del Portogallo) dunque la lunga e ininterrotta carriera nel Motomondiale di Andrea Dovizioso (durata 19 anni, 13 dei quali in MotoGP) dovrebbe subire una battuta d'arresto. Non si tratterebbe infatti di un ritiro né di un addio, ma soltanto di un arrivederci al 2022.