Eliud Kipchoge è nella storia. Il campione keniota si è reso protagonista di un'impresa sportiva leggendaria completando una maratona in meno di due ore. Il campione olimpico al Prater di Vienna, circuito appositamente studiato per l'occasione ha corso i 42,195 km previsti in 1'59"40. Un risultato che, seppur non ufficialmente omologabile, permette a Kipchoge di abbattere un limite considerato fino a poco tempo fa insuperabile, rendendolo il più grande maratoneta di tutti i tempi.

Eliud Kipchoge nella storia, corre la maratona sotto le due ore

Giornata storica per lo sport in terra austriaca. Missione compiuta da parte di Eliud Kipchoge, maratoneta e mezzofondista keniano che è riuscito a completare una maratona in meno di due ore. L'atleta classe 1984 è stato scelto per questa impresa dalla Ineos. Il colosso della chimica ha sponsorizzato e organizzato infatti quella che è stata ribattezzata come la Ineos 1:59 Challenge: un tracciato studiato al Prater di Vienna nei minimi dettagli (in condizioni ideali) per permettere al campione di provare a scendere sotto il muro delle due ore.

Il record di Kipchoge, in quanto tempo ha corso i 42.195 chilometri della maratona

Ed Eliud Kipchoge non ha tradito le aspettative e sfruttando l'assistenza di 36 "lepri" (ovvero blasonati colleghi che lo hanno scortato e assistito in maniera assidua) è riuscito a correre i 42,195 km in 1h 59′ 40. Il risultato eccezionale non sarà ufficialmente omologato, in quanto non si tratta di una competizione organizzata dalla Iaaf ed è stato realizzato in condizioni privilegiate, ma resta comunque storico in quanto fino a poco tempo fa, era considerato impossibile scendere sotto il muro delle due ore. Eliud Kipchoge si conferma dunque il più grande maratona di sempre.

Chi è Eliud Kipchoge

Eliud Kipchoge è un maratoneta e mezzofondista keniota classe 1984 che già prima di questa storica impresa si era confermato un fuoriclasse assoluto. Detentore del record mondiale della maratona con il tempo di 2h01'39" (in una gara ufficiale), in carriera  è stato campione mondiale dei 5000 metri piani a Saint-Denis 2003 e campione olimpico di maratona a Rio de Janeiro 2016.