Non capita tutti i giorni di assistere ad un 3-3 spettacolare come quello di Verona-Torino. Allo stesso modo non capita tutti i giorni di assistere ad una rimonta come quella del Verona, passato dallo 0-3 al 3-3 nel giro di un quarto d'ora. A rendere ancora più speciale l'impresa degli scaligeri un dettaglio significativo: i tre goal sono stati realizzati dai tre giocatori mandati in campo da Juric in occasione delle sostituzioni.

Verona-Torino, i gol arrivano dalla panchina

Al 46′, sul risultato di 0-1, fuori Zaccagni e Di Carmine per Verre e Stepinski. Al 63′ l'ultimo cambio, con Pazzini al posto di Amrabat quando il parziale di 0-3 lasciava pensare ad un risultato ormai impossibile da sovvertire. E invece proprio il ‘Pazzo' ha dato il via alla rimonta gialloblu segnando su rigore sei minuti dopo il suo ingresso. Verre al 76′ e Stepinski all'84' hanno firmato la clamorosa rimonta tutta ‘made in panchina', frutto delle felici intuizioni di Juric.

Il precedente: Genoa-Brescia e i cambi di Thiago Motta

Per rendere l'idea dell'unicità della situazione: solo per la seconda volta, nella storia della Serie A, i tre giocatori entrati dalla panchina sono andati tutti a segno. L'aspetto curioso è che il precedente, nella lunga storia del campionato italiano, risale appena a poche settimane fa. Per la precisione alla partita tra Genoa e Brescia del 26 ottobre, quella del fortunato debutto di Thiago Motta con le reti dei subentranti Kouamè, Agudelo e Pandev.

Rimonta storica per il Verona

Si tratta di un risultato storico per il Verona, non soltanto per la dinamica con la quale è arrivato il pareggio. Come riportato da Opta, gli scaligeri sono stati capaci di rimontare uno svantaggio di tre goal per la prima volta nella loro storia in Serie A (tenendo in considerazione tutte le precedenti partecipazioni). Una domenica da ricordare al Bentegodi.