Federico Valverde non solo ha la ‘garra' tipica degli uruguaiani quando rincorre pallone e avversari, ma anche un cuore grande che lo rende amato dai tifosi del Real Madrid e dal suo tecnico Zidane. E del resto, come si può non apprezzare un 22enne che gioca un quarto di finale di Champions League da infortunato senza dire nulla, venendo schierato in un ruolo non suo per esigenze di squadra?

Alla vigilia del match di ritorno contro il Liverpool, l'allenatore delle merengues si è trovato a dover sopperire a 4 assenze pesantissime in difesa: i due totem centrali Ramos e Varane, nonché a destra il titolare Carvajal ma anche il possibile rimpiazzo Lucas Vazquez. Piuttosto che far giocare Odriozola, Zidane ha preferito adattare da terzino proprio Valverde, che ha risposto presente, con una prova di grande sacrificio, non solo tattico.

Nel dopo partita, infatti, la compagna del giocatore ha postato un messaggio in cui ha svelato in che condizioni il centrocampista uruguaiano abbia giocato ad Anfield: la foto della caviglia martoriata non ha bisogno di molte spiegazioni. Valverde è potuto scendere in campo solo con infiltrazioni ed ha stretto i denti andando oltre la soglia del dolore. Un mattone fondamentale per riuscire ad uscire indenni dalla casa del Liverpool difendendo il 3-1 dell'andata. E qua non si parla di tecnica o tattica, ma di quel qualcosa che fa la differenza, nello sport come nella vita.

Commoventi le parole di Mina Bonino su Instagram: "Questo era oggi pomeriggio. Non volevo postare niente fino a quando la partita non fosse finita e sicuramente più tardi mi dirai qualcosa per averla pubblicata, ma devo farlo lo stesso perché è un tuo sforzo e nessuno ti ha dato niente. Sei il nostro orgoglio".