301 CONDIVISIONI
17 Settembre 2021
18:52

Un intero programma TV su Haaland e Mbappé, Ronaldo la prende male: “Mi ha mandato un Whatsapp”

Un messaggio scritto su WhatsApp per manifestare orgoglio e fastidio per essere stato ignorato e messo da parte nonostante sia ancora uno dei più forti calciatori in Europa e al mondo. Cristiano Ronaldo lo ha spedito a Rio Ferdinand, ospite di una trasmissione che era concentrata solo su Haaland e Mbappé.
A cura di Maurizio De Santis
301 CONDIVISIONI

Rio Ferdinand sente il telefono vibrare. Lo tiene in tasca ed è acceso nonostante sia ospite in diretta negli studi dell'emittente BT Sport. È la notifica di WhatsApp che gli segnala un messaggio in arrivo. Prende lo smatphone, dà una sbirciata al display e fa una smorfia sorniona, a metà tra un sorrido beffardo e di amorevole comprensione. Il tema della trasmissione scivola via sulla prossima diarchia di campioni destinati a dominare la scena del calcio internazionale.

Il presente, ovvero Cristiano Ronaldo vs Lionel Messi, è già passato. Non è un gioco di parole ma il modo migliore per raccontare la fine di un'era e una transizione accelerata dagli eventi. Dietro le quinte c'è una generazione che preme e reclama nuovi copioni da recitare, attira su di sé l'attenzione dei riflettori. Un intero programma dedicato a Erling Haaland (21 anni), che ha fatto irruzione sulla scena a suon di gol, e all'enfant prodige Kylian Mbappé (22 anni), disegna nuovi scenari in attesa dei risultati del campo. Andò in onda in occasione della fase a eliminazione diretta della Champions League della scorsa stagione e oggi Ferdinand ricorda – come menzionato dal tabloid The Indipendent – quell'episodio e le parole che CR7 gli scrisse.

Il campione portoghese non si dilungò molto ma con la sua reazione lasciò trasparire il fastidio provato nei confronti di quel servizio che aveva messo da parte lui e l'argentino, completamente oscurati dai due ragazzi. Il norvegese e il francese, bravi ma non ancora stelle alla sua/loro altezza. La macchina da gol e la fantasia. La potenza e il talento. "Non è finita", il testo dell'ex Real Madrid. Breve ma carico di significato. Ecco perché sia lui sia l'ex blaugrana, al netto delle difficoltà finanziarie di Juventus e Barcellona che spiegano una parte della vicenda personale, hanno deciso di chiudere e ricominciare altrove sia pure con emozioni differenti.

Ronaldo non ha avuto remore nell'abbandonare i bianconeri: li ha mollati e ha scelto di andare altrove, era addirittura convinto che avrebbe indossato la maglia del Manchester City poi la telefonata di Sir Alex Ferguson e le incertezze dei Citizens hanno cambiato il corso di una trattativa che sembrava fatta. CR7 aveva già cancellato la sua esperienza in Serie A e a Torino: dopo 3 anni aveva capito che non avrebbe mai potuto offrirgli ribalta e livello di competitività che ritiene più giusti per la sua grandezza; se Messi s'era trasferito al Psg per vincere, lui avrebbe dovuto fare altrettanto; aveva capito che, se voleva un'ultima opportunità per congedarsi sollevando al cielo un'altra Champions, doveva lasciare la ‘vecchia signora'. E lo ha fatto come si fa quando il giorno dopo aver preso una bella sbronza in discoteca ti svegli e ti accorgi che la persona accanto a te è un perfetto estraneo. Prendi la roba e vai via.

La riflessione di Ferdinand – che in occasione della gara con lo Young Boys aveva censurato l'ego del calciatore/allenatore – conferma questa impressione sulla scelta fatta. "È più rivolta a loro stessi. Non credo che a loro importi molto di Haaland e Mbappé – ha aggiunto l'ex difensore dei Red Devils – perché sono concentrati ancora sulle possibilità personali di successo. Juventus e Barcellona non erano squadre in grado di soddisfare la loro ambizione di conquistare la Champions. E hanno deciso di giocare in club con un potenziale maggiore come Manchester United e Paris Saint-Germain". Non è finita. Non adesso, non ancora.

301 CONDIVISIONI
Partite Serie A in TV 21 novembre su Sky e DAZN: in campo Inter-Napoli, orari e calendario
Partite Serie A in TV 21 novembre su Sky e DAZN: in campo Inter-Napoli, orari e calendario
Sheriff-Inter dove vederla in TV su Sky, Infinity o Amazon: orario e formazioni della partita di Champions
Sheriff-Inter dove vederla in TV su Sky, Infinity o Amazon: orario e formazioni della partita di Champions
Haller fenomenale in Champions, batte un record di Haaland ed eguaglia Lewandowski e Ronaldo
Haller fenomenale in Champions, batte un record di Haaland ed eguaglia Lewandowski e Ronaldo
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni