5 Settembre 2021
10:57

“Troppe proteste e poca libertà”: la presenza di Paratici fa scontenti i giocatori del Tottenham

Malgrado le tre vittorie su 3 in Premier e l’approdo nella Fase a gironi della Conference League, al Tottenham sembra esserci un problema. Le indiscrezioni arrivano dai tabloid inglesi sulla presenza in panchina di Paratici e Hitchen. Troppe proteste verso gli arbitri e poca possibilità tra i giocatori di parlarsi liberamente.
A cura di Alessio Pediglieri

Il nuovo Tottenham ha iniziato al meglio la stagione 2021/2022: si è qualificato per la fase a gironi in Conference League e in Premier ha avuto da subito il piede giusto, con tre vittorie in altrettante partite di campionato (tre 1-0 contro City, Wolves e Watford). Un rilancio immediato com'era nelle intenzione di una proprietà che ha lavorato duramente in estate per un ricambio quasi totale, riuscendo a tenere Harry Kane e provando a ritornare tra le grandi d'Inghilterra e in Europa.

Eppure, tra tanto entusiasmo, c'è anche una nota dolente riportata dai tabloid inglesi: la presenza ‘ingombrante' di Fabio Paratici in panchina, che limiterebbe la libertà dei giocatori e creerebbe non pochi problemi per le proteste ritenute eccessive, verso gli arbitri.

A scoperchiare il problema è stato il ‘The Sun', poi rilanciato dagli altri tabloid che ha individuato una macchia nella macchina quasi perfetta in fase di evoluzione nelle sapienti mani di Nuno Espírito Santo: l'ex bianconero, approdato a Londra in estate sarebbe una presenza poco digerita dai giocatori in campo.

L'indiscrezione arriva da fonte anonima ma che il giornale definisce autorevole: "Semplicemente Paratici in panchina durante le partite non va bene per i giocatori. I sostituti non si sentono in grado di parlare liberamente tra loro – riporta il The Sun – e a tutta la squadra non piace quando è in piedi a urlare contro gli ufficiali di gara o ai giocatori in campo".

In realtà, il disappunto non è solamente per Fabio Paratici ma anche per Steve Hitchen che nel Tottenham lavorano spalla a spalla nella direzione tecnica e che sono presenti in panchina perle disposizioni Covid. Infatti, secondo le direttive anti pandemia, tutto il ‘gruppo squadra' compresi i tesserati dei club sono obbligati a sedersi in una zona ben delineata, insieme, fianco a fianco. E ciò sta comportando qualche difficoltà di gestione.

Un ‘problema' che potrebbe però venire risolto già nel prossimo mese visto che in Premier si sta lavorando per il ritorno alla normalità anche in panchina, da ottobre, ridando i giusti spazi a giocatori e personale.

Tottenham da incubo, il primo flop di Paratici: "Da 15 anni non si vedeva una cosa simile"
Tottenham da incubo, il primo flop di Paratici: "Da 15 anni non si vedeva una cosa simile"
Sarri non ce la fa più: "Questo calcio non mi appartiene, forse sono troppo vecchio"
Sarri non ce la fa più: "Questo calcio non mi appartiene, forse sono troppo vecchio"
Pioli protesta dopo Juve-Milan: "Troppe chiacchiere, così in Europa è difficile"
Pioli protesta dopo Juve-Milan: "Troppe chiacchiere, così in Europa è difficile"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni