Il contratto scade a giugno ma il futuro di Thiago Silva non sarà più al Paris Saint-Germain. Il difensore brasiliano lascerà la capitale dopo 8 anni per ricominciare altrove a 35 anni. Le offerte non mancano, tanto in Sudamerica quanto in Europa: dal Brasile è stata la Fluminense ad accarezzare la possibilità di avere in squadra il centrale della Seleçao; nel ‘vecchio continente', invece, gli estimatori rappresentano opportunità stimolanti. Due essenzialmente quelle in grado di stuzzicare il calciatore.

Milan ed Everton sulle tracce di Thiago Silva

La prima è come quei grandi amori che fanno giri immensi e poi ritornano: è il Milan del nuovo corso che potrebbe puntare sull'esperienza di Thiago Silva per dare spessore alla squadra, dentro e fuori dal campo. Un innesto importante – a quali costi è tutto da discutere – per una formazione che vuole guardare al futuro rinnovando la propria rosa ma restando competitiva. Un giocatore fuori parametro rispetto alla nuova politica del club ma a certe condizioni l'operazione potrebbe anche concludersi. La seconda è altrettanto interessante e arriva dall'Inghilterra: sulle sue tracce c'è anche l'Everton di Carlo Ancelotti.

Il brasiliano si libera a parametro zero

Quanto costa Thiago Silva? Il difensore brasiliano si svincola a parametro zero, e questa è l'unica corsa certa al momento. Quanto alla possibilità che vada in campo anche ad agosto per la Champions League, lo si capirà nelle prossime settimane. La Fifa ha permesso ai club di estendere i contratti in scadenza a fine giugno ma serve un accordo privato tra club e calciatori perché la cosa diventi effettiva. In Ligue 1 la stagione è stata dichiarata conclusa in anticipo dopo lo stop provocato dalla pandemia: finora sono state 30 le presenze del brasiliano (1 gol, in coppa nazionale).