Una brutta serata per il Barcellona. In tutti i sensi. Oltre alla sconfitta per 1-0 in casa dell’Atletico Madrid, in virtù di una scellerata uscita di ter Stegen; la squadra catalana ha visto uscire anzitempo Gerard Pique dal terreno di gioco per infortunio. Il vice capitano dei blaugrana ha avuto la peggio in uno scontro di gioco con Angel Correa, che gli è caduto sul ginocchio destro. Al suo posto Ronald Koeman ha inserito Sergino Dest. Si teme un grave infortunio per il calciatore classe 1987, che è uscito molto dolorante dal terreno di gioco del Wanda Metropolitano.

L'infortunio si è verificato a metà del secondo tempo, quando il centrale catalano è uscito a chiudere su Correa e il giocatore rojiblanco è caduto sul ginocchio del blaugrana, provocando una torsione estremamente forzata e innaturale dell'articolazione del ginocchio della gamba destra. Le immagini hanno fatto temere il peggio sin da subito: potrebbe trattarsi di una lesione al legamento crociato per Piqué e se questa dovesse essere la diagnosi la situazione della difesa del Barcellona per i prossimi mesi non sarebbe la più rosea. Il giocatore del Barcellona riusciva a malapena ad appoggiare il piede quando ha lasciato il manto erboso dello stadio madrileno e non ha trattenuto le lacrime per il dolore. Piqué potrebbe restare fuori dai 4 ai 6 mesi ma domani verrà effettuato un esame più esaustivo per una diagnosi più accurata della situazione.

Ora Koeman dovrà risolvere un problema davvero serio in difesa: l'infortunio di Piqué si unisce a quelli di Ronald Araújo e di Samuel Umtiti. Ora il tecnico olandese ha solo Clement Lenglet come centrale di ruolo e sarà costretto a sacrificare Frenkie De Jong in quella posizione, che ha ricoperto già a Torino contro la Juventus nel secondo tempo. Un momento molto delicato in casa Barça.