1.965 CONDIVISIONI
19 Febbraio 2021
15:37

Stefano Tacconi: “Non so quanto mi resta ancora da vivere”

Durante la trasmissione ‘Pomeriggio 5’, l’ex portiere della Juventus e della Nazionale ha raccontato alcuni dettagli della vita privata noti a pochi. In particolare, ha spiegato quali sono le proprie condizioni di salute e cosa gli è successo un anno e mezzo fa. “Da allora ho iniziato ad avere tante paure”.
A cura di Maurizio De Santis
1.965 CONDIVISIONI

"O ti operi oppure resti sulla sedia a rotelle". Quando Stefano Tacconi ha ascoltato le parole dello specialista che lo aveva in cura ha avvertito tutto il peso degli anni e del mondo che gli era caduto addosso. L'ex portiere della Juventus, oggi 64enne, ha svelato nel salotto di Barba d'Urso, durante la trasmissione ‘Pomeriggio 5', quel particolare della vita privata che in pochi conoscevano. "Non so quanto ancora mi resta da vivere", aggiunge l'ex calciatore inserendo un altro tassello nel mosaico e lasciando di stucco la conduttrice. Due affermazioni, l'una di seguito all'altra, l'una più dura dell'altra. E la domanda sorge spontanea: di quale male soffre Tacconi? cosa gli è successo di così grave? Le sue condizioni di salute sono davvero così disperate?

Per comprendere bene la sua storia bisogna avvolgere il nastro della narrazione e fissarne alcuni punti chiave. Anzitutto: perché Tacconi era ospite di ‘Pomeriggio 5'? L'ex giocatore si trovava lì per replicare alla lettera che la moglie, Laura Speranza, aveva pubblicato sul settimanale ‘Di Più' e nella quale spiegava che avrebbe lasciato il marito – ex numero uno anche della Nazionale – se si fosse traferito in Cina per lavoro. È stato in quel momento che Tacconi ha rivelato la propria storia. "Un anno e mezzo fa ho rischiato di restare sulla sedia a rotelle – le parole dell'ex portiere -. Molti amici famosi e non sono morti. Non so quanto mi rimane ancora da vivere e per questo vorrei riassaporare un po' della mia libertà".

L'espressione della conduttrice è stata emblematica. Stupita da quell'affermazione, è intervenuta interrompendo per un attimo Tacconi. "La vita è lunga e tutti quanti dobbiamo pensare questo. Ma non pensi che forse questo è il caso di avere la tua famiglia vicino e non andare in Cina?". Il tiro è insidioso ma l'ex calciatore lo para alla sua maniera, replicando anche alle affermazioni della consorte (da cui ha avuto 4 figli). "Spero di vivere più a lungo possibile ma un anno e mezzo fa sono stato operato alla schiena, a due vertebre. Avevo problemi al disco. Mi hanno detto: O ti operi o resti sulla sedia a rotelle. È stato allora che ho iniziato ad avere una serie di paure. La vecchiaia incombe". Resta in Italia oppure si trasferisce in Oriente? Lui dice che andrà via.

 
1.965 CONDIVISIONI
La risposta disarmante di Mancini:
La risposta disarmante di Mancini: "Perché sono rimasto in Nazionale? Non lo so"
Donnarumma non dimentica gli errori del passato, uno fa ancora male:
Donnarumma non dimentica gli errori del passato, uno fa ancora male: "Ho ammazzato la partita"
"Senza parole", la notte insonne di Milik: gol annullato, espulsione e squalifica in arrivo
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni