Gli stadi resteranno vuoti, senza tifosi, per tutto il resto del campionato. Il ministro dello Sport Vincenzo Spadafora nel corso di ‘Titolo V', trasmissione di Rai 3, rispondendo a una precisa domanda ha dichiarato che i tifosi difficilmente avranno la possibilità di ritornare sugli spalti nel resto della stagione: "Per questa stagione calcistica sarà complicato vedere gli stadi con il pubblico".

Le parole del Ministro Spadafora

Nella trasmissione di Rai 3 ‘Titolo V' il Ministro dello Sport ha detto che difficilmente sugli stadi delle squadre di Serie A ci saranno dei tifosi. L'apertura degli stadi non è una delle priorità del governo:

Credo sia difficile vedere riaperti gli stadi per questa stagione. Pensare di avere un numero molto elevato di persone che vanno in una stessa direzione è molto complicato in queste condizioni. Il Dpcm scade a marzo, ma credo che a prescindere dalla situazione bisognerà prima pensare allo sport di base, poi eventualmente ad aperture parziali degli impianti.

Era abbastanza chiaro che sarebbe stato difficile riaprire gli stadi, anche solo per un gruppo ristretto di persone. La pandemia è ancora in atto, le regole imposte dal Governo con l'ultimo DPCM scadono il 5 marzo, e non è da escludersi che queste norme non vengano promulgate ulteriormente. Ed è altrettanto difficile pensare che negli ultimi due mesi di campionato vengano riaperti gli stadi.

La proposta di Dal Pino

Le parole del Ministro Spadafora rappresentano senz'altro una doccia fredda per tutti coloro che pensavano di riaprire gli stadi in primavera, negli ultimi due mesi di campionato. Il presidente della Lega di Serie A Paolo Dal Pino, che è stato rieletto nei giorni scorsi, aveva lanciato una proposta. Dal Pino pensava di riservare l'ingresso agli stadi solamente alle persone che sono state già vaccinate. Ma certo dopo le dichiarazioni di Spadafora in tv le speranze di riavere i tifosi allo stadio si riducono notevolmente.