Il tecnico Bradley – Twitter Shamrock Rovers
in foto: Il tecnico Bradley – Twitter Shamrock Rovers

Il primo dei tre turni che il Milan dovrà affrontare per arrivare a giocare nei gironi di Europa League, prevede il viaggio verso Dublino per la sfida allo Shamrock Rovers: club che milita nella massima divisione irlandese, reduce dalla vittoria nello scorso novembre della Coppa d'Irlanda e al momento in testa al campionato. Il preliminare che vedrà in campo Ibrahimovic e compagni il 17 settembre, fuori casa e in gara secca, sarà per la formazione avversaria un evento speciale: un incontro da raccontare alle nuove generazioni, proprio come quello della stagione 2010/2011.

Il precedente con la Juventus di Delneri

Nel luglio di quell'anno lo Shamrock Rovers incontrò infatti un'altra grande del calcio italiano: la Juventus dell'allora tecnico Luigi Delneri. I bianconeri, che arrivavano dal periodo infelice con i vari Giovanni Cobolli Gigli, Jean-Claude Blanc e Alessio Secco al ponte di comando, vinsero sia la prima partita giocata in trasferta con una doppietta di Amauri, sia quella disputata a Modena (stadio scelto a causa dell'indisponibilità dell'Olimpico di Torino) grazie ad una punizione di Alessandro Del Piero. A festeggiare il passaggio del terzo turno di qualificazione di Europa League furono soprattutto Andrea Agnelli (fresco di nomina di presidente) e i due nuovi ‘acquisti' Beppe Marotta e Fabio Paratici.

Bradley in campo contro i bianconeri

Chi si ricorda bene i due precedenti del club irlandese contro la Juventus, è certamente il tecnico dello Shamrock Rovers. Trentacinquenne e in panchina dal 2016, Steven Bradley fece infatti parte della squadra che affrontò l'undici di Delneri giocando i minuti di recupero della prima partita e tutto il match nel ritorno di Modena. Alla suggestiva e prestigiosa sfida con il Milan, il club di Dublino arriva dopo aver battuto i finlandesi dell'Ilves Tampere al termine di un'infinita sequenza di rigori (ne sono stati battuti 26) e dopo il pareggio 2-2 maturato nei tempi regolamentari.