Con l'ufficializzazione del calendario per la ripresa del campionato la Serie A 2020 fa un altro passo verso il nuovo fischio d'inizio. Si riparte sabato 20 e domenica 21 giugno con i recuperi della 25sima giornata mentre da lunedì 22 a mercoledì 24 giugno si tornerà in campo per la prima giornata completa dopo il lungo stop (Sassuolo-Brescia fu l'ultima partita giocata il 9 marzo scorso). La maggior parte delle gare si disputerà in orari serali (tra le 19.30 e le 21.45), una scelta di buon senso per agevolare i calciatori sia per i ritmi serrati imposti dalla necessità di chiudere la stagione entro agosto, sia per caldo e umidità tipici del periodo estivo. Tra i club esclusi dalla fascia delle 17.15 ce ne sono ben cinque: Cagliari, Fiorentina, Napoli, Lecce e Udinese.

Nell'attesa che siano rese note anche le ultime 3 giornate (la programmazione attuale è fino alla 35sima), qual è la squadra che più delle altre sarà protagonista in notturna? In realtà, almeno per quanto riguarda le prime posizioni, la redistribuzione è stata abbastanza equilibrata: secondo la programmazione televisiva in palinsesto, i tifosi di Juventus e Inter (compreso il recupero contro la Sampdoria) potranno assistere in diretta alle partite su Sky o Dazn in seconda serata (ore 21.45). A bianconeri e nerazzurri capiterà 7 volte, una in più rispetto alla Lazio (6). Morale della favola, lo scudetto si deciderà a mezzanotte (o quasi) quando si concluderà la sfida clou (20 luglio) tra la ‘vecchia signora' e biancocelesti.

Sul podio Champions c'è l'Atalanta, quarta in classifica. Al netto del recupero, tra le big la squadra di Gasperini andrà in campo 4 volte alle ore 21.45, 5 alle 19.30 e una volta sola alle 17.15. Roma e Napoli, invece, proveranno l'ultimo assalto ai nerazzurri in orari differenti: ben 7 le gare sorteggiate alle 21.45 per i giallorossi mentre la formazione di Gattuso sarà in prevalenza in campo alle 19.30 (7 volte) mentre saranno solo 2 le sfide delle 21.45.