Gianluca Scamacca è uno degli obiettivi di mercato della Juventus. Questo ragazzo di 22 anni ha grandi probabilità di diventare la quarta punta dei bianconeri e sembra avere la possibilità di giocare con Cristiano Ronaldo. Chiunque farebbe i salti di gioia. Scamacca è un attaccante di talento e da ragazzo ha giocato sia con la Lazio che con la Roma e vanta anche delle esperienze all'estero, precisamente in Olanda. Quando firmò per il PSV Eindhoven disse una frase scherzosa, con la quale provò a spiegare perché aveva deciso di espatriare ma considerato cosa è successo nel mondo quelle parole oggi risuonano in modo molto diverso: "Per esordire in Serie A c'è bisogno di un'epidemia".

Prima la Lazio, poi la Roma e il PSV

Scamacca è nato nel gennaio del 1999 a Roma, quando ha 10 anni è già un piccolo talento. Nel 2012 passa alla Roma, voluto fortemente dal grande Bruno Conti. Bomber Muzzi lo svezza e lo aiuta molto a migliorare. La Roma pensa di tenerlo e di farlo debuttare in prima squadra, ma non va tutto per il verso giusto. Perché il talento del baby bomber non passa inosservato e il PSV Eindhoven gli fa una grande offerta, che Scamacca coglie al volo. Ciao all'Italia, ma è solo un arrivederci. Viene aggregato alla squadra ‘B' quella giovanile con cui disputa appena tre partite, che gli permettono però ancora da minorenne di fare l'esordio tra i professionisti.

Il ritorno in Italia con il Sassuolo

Torna in patria grazie al Sassuolo che crede in lui e lo prende nel 2017, in quell'anno vince anche il Torneo di Viareggio e gioca con la Primavera. Pochi mesi dopo fa l'esordio in Serie A prima di andare in prestito alla Cremonese in Serie B, poi torna in Olanda, gioca con lo Zwolle. Transita di nuovo dal Sassuolo prima di dire sì all'Ascoli, con cui disputa la sua migliore stagione. Nove gol in campionato e quattro in Coppa Italia, queste gli permettono di vincere il titolo di capocannoniere della manifestazione. Il Sassuolo che in avanti ha tanta abbondanza lo cede al Genoa in prestito.

Il Genoa, i gol nei derby e la profezia

Nonostante le difficoltà dei Grifoni riesce a segnare 6 gol in 15 partite, ben tre nei derby, due decidono quello di Coppa Italia. Mentre l'altro determina l'1-1 di campionato. Ora vede la Juve, la squadra italiana più forte e più vincente, che ha conquistato gli ultimi 9 scudetti. E può passare in bianconero in un periodo particolare. Perché anche se il complicato 2020 è alle spalle, anche ora tutto il mondo vive la pandemia. E considerato tutto risuonano in modo particolare delle parole dette anni fa da Scamacca che quando venne presentato dal PSV Eindhoven disse:

Avevo il desiderio di lavorare tanto su me stesso, di migliorarmi. All'estero, qui in Olanda in particolare, ti consentono di farlo. Qui un giovane ha la possibilità di crescere, ma anche di esordire più facilmente in prima squadra, mentre in Italia per debuttare in Serie A devi sperare che si sia un'epidemia.