4 Ottobre 2022
9:13

Ronaldo è l’ultima scelta dello United, ma a Manchester c’è un insospettabile che non lo dimentica

Cristiano Ronaldo non ha giocato nemmeno un minuto nel derby di Manchester. Allo United è stato quasi dimenticato, ma all’Ethiad Stadium ha ricevuto una proposta a sorpresa da chi non se l’aspettava.
A cura di Alessio Morra

Una domenica disastrosa ha vissuto il Manchester United, che ha incassato 6 gol nel derby. Haaland e Foden, con una tripletta a testa, hanno travolto ten Hag, che ha chiuso malamente la serie positiva. L'allenatore olandese è stato fortemente criticato, oltre che per il risultato per la gestione di Cristiano Ronaldo, che sembra finito in un clamoroso oblio a Manchester.

CR7 è stato il simbolo dello United per anni, è da quasi vent'anni uno dei più forti giocatori al mondo, ma adesso è diventato una riserva al Manchester e contro il City non ha giocato nemmeno un minuto. Una decisione che ha lasciato attoniti. Ronaldo è partito in panchina e non è subentrato nemmeno nella ripresa, quando il punteggio era pesantissimo.Gli opinionisti inglesi, tra cui tanti ex Red Devils (Scholes, Gary Neville, Roy Keane) si sono scagliati questa decisione dell'allenatore, che nella ripresa poteva mandarlo in campo.

ten Hag però l'ha pensata diversamente e ha motivato il perché di questa scelta: "Ho deciso di non inserirlo perché ho grande rispetto per Cristiano e la sua carriera. Questa situazione era vantaggiosa per Martial che aveva bisogno di giocare. I minuti gli servono ma non in questo modo".

Cristiano Ronaldo durante l’intervallo del derby di Manchester prova a fare delle magie.
Cristiano Ronaldo durante l’intervallo del derby di Manchester prova a fare delle magie.

Dopo quelle parole ten Hag è stato parzialmente riabilitato, perché schierare Ronaldo sul 4-0 o sul 6-1 per il City forse sarebbe stato davvero umiliante. Ma quelle parole non hanno lenito le critiche, come quelle di Keane, ma hanno anche un secondo significato. Perché in un match così importante, con lo United che era abbastanza vicino al City in classifica l'allenatore non ha pensato minimamente di schierare dall'inizio il cinque volte Pallone d'Oro, che sa di aver finito il suo tempo a Manchester.

Ronaldo è diventato l'ultima scelta offensiva dello United e chissà se a gennaio non andrà via. Ma la sua grandezza, la sua splendida carriera non è stata dimenticata da nessuno e in particolare da un calciatore del Manchester City. Non Haaland, ma Kevin De Bruyne, che domenica ha disputato una partita straordinaria e ha fornito un assist da campionissimo al bomber norvegese. Il belga, che da anni fa la differenza nel campionato inglese, dopo la partita ha incontrato CR7 e gli ha chiesto la sua maglia. Probabilmente l'unica nota lieta di quella giornata per Ronaldo, che ovviamente ha detto sì a KDB.

Non avendo giocato Ronaldo lo scambio non è avvenuto in campo, ma i fotografi hanno immortalato De Bruyne all'uscita dall'Ethiad Stadium con una maglia del Manchester United. La curiosità è stata forte e qualcuno gli ha chiesto di chi fosse, la risposta è stata semplice: "Ronaldo". Da un campione all'altro. E come si confà tra grandi campioni, alla base di tutto c'è il rispetto, che il belga ha manifestato all'ennesima potenza in una giornata da dimenticare per l'ex juventino.

Il Manchester United dichiara guerra a Cristiano Ronaldo:
Il Manchester United dichiara guerra a Cristiano Ronaldo: "La nostra risposta sarà appropriata"
Cristiano Ronaldo rompe col Manchester:
Cristiano Ronaldo rompe col Manchester: "Mi hanno tradito". Aveva calcolato tutto da mesi
La risposta del Manchester United a Cristiano Ronaldo: cancellato davanti a tutti
La risposta del Manchester United a Cristiano Ronaldo: cancellato davanti a tutti
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni