18 Agosto 2022
17:07

Romero tira per i capelli Cucurella, la polemica non si placa: “Non voglio più parlarne”

Non si placano le polemiche dopo Chelsea-Tottenham: ha creato tanto clamore il duello tra Conte e Tuchel ma l’episodio di Romero e Cucurella è ancora al centro del dibattito in Inghilterra.
A cura di Vito Lamorte

Chelsea-Tottenham ha lasciato un lungo strascico di polemiche. Uno dei tanti derby di Londra che si disputano in Premier League ha creato una coda clamorosa sia per l'episodio che ha visto protagonisti Conte e Tuchel che per altre vicende di campo. Una delle situazioni più clamorose ha visto protagonista Cristian Romero e Marc Cucurella: durante un'azione in area dei Blues, il difensore argentino ha tirato per i capelli lo spagnolo, che è finito a terra senza che nessuno intervenisse per sanzionare l'ex Atalanta e Juventus.

Si è discusso per un possibile cartellino rosso per il Cuti per aver tirato i capelli ma l'arbitro e il VAR non l'hanno vista e valutata, lasciando che l'azione continuasse senza problemi. Dalla giocata successiva è arrivò il contestato pareggio degli Spurs nei tempi di recupero: "Non riesco a capire da quando i giocatori possono strappare i capelli agli altri, rimanere in campo e attaccare fino all'ultimo corner", sono queste le parole che l'allenatore del Chelsea Thomas Tuchel ha pronunciato dopo la partita.

Il calciatore spagnolo dei Blues ieri si è presentato in conferenza stampa ai nuovi tifosi ma, in realtà, si è parlato solo dell'episodio che era accaduto poche ore prima: "Il video è molto chiaro. Non so cosa sia successo all'arbitro. Mi prendi a calci in una gamba, mi tiri i capelli… Ma l'arbitro non ha visto. È un errore arbitrale e del VAR". 

Cucurella, però, ha voluto mettere in chiaro che non era arrabbiato con Romero per l'accaduto: "È stata una cosa di campo. Ho parlato con lui prima della partita e non ho problemi con lui. È stata solo l'azione di una partita, ma un'azione importante perché forse ha cambiato il risultato finale" .

L'ex Getafe e Brighton ha voluto tornare indietro nel tempo per ricordare un altro precedente: "È strano, ricordo solo che un'altra volta un giocatore lo ha fatto. Ero molto giovane, giocavo nelle giovanili a 12 anni, ma da allora non ho mai più avuto un altro episodio del genere".

Marc Cucurella è stato molto disponibile a parlare di quanto accaduto ma dopo l'ennesima domanda sul suo taglio di capelli ha chiarito una volta per tutte: "Non taglierò mai i capelli. Questo è il mio stile. E non voglio più parlarne". 

McGregor vuole comprare il Liverpool e svela il suo piano a un tifoso: è diventata un'ossessione
McGregor vuole comprare il Liverpool e svela il suo piano a un tifoso: è diventata un'ossessione
La grande rivincita di De Zerbi: Brighton-Chelsea è da sogno e i tifosi umiliano Potter
La grande rivincita di De Zerbi: Brighton-Chelsea è da sogno e i tifosi umiliano Potter
Lewandowski segna su calcio di punizione ma gioca in porta a Messina: la mette da 80 metri
Lewandowski segna su calcio di punizione ma gioca in porta a Messina: la mette da 80 metri
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni