Alessandro Florenzi ha lasciato la Roma e la Serie A, è ufficiale il suo trasferimento al Valencia. L'ex giallorosso ripartirà dalla Spagna e dalla Liga, vi resterà in prestito fino a giugno. Con la maglia del "pipistrello" oltre al campionato affronterà anche i quarti di finale di Coppa del Re e gli ottavi di finale di Champions. Ironia della sorte, sfiderà l'Atalanta che fino a qualche giorno fa era una diretta rivale per la conquista del quarto posto.

Il debutto col Valencia contro il Celta Vigo

Quando debutterà con la nuova maglia? Con ogni probabilità lo farà sabato sera in occasione della gara contro il Celta Vigo. Il Valencia ha pensato a Florenzi perché ritenuto il rinforzo giusto per colmare il vuoto lasciato dall'altro terzino italiano, Cristiano Piccini, che si è gravemente infortunato a fine estate (rottura della rotula) e non è ancora tornato in campo.

L'AS Roma comunica che Alessandro Florenzi si è trasferito a titolo temporaneo al Valencia CF, fino al 30 giugno 2020 – si legge nella nota ufficiale della società giallorossa -. La Società augura ad Alessandro le migliori fortune per questa sua nuova avventura.

L'ultimo discorso agli ex compagni nello spogliatoio

Dalla Capitale non sarebbe mai voluto andare via. Trigoria era casa sua e la maglia giallorossa per Florenzi è sempre stata una seconda pelle. Come dimenticare la corsa in tribuna per abbracciare la nonna dopo un gol? Non si può. Pure questo faceva parte (e fa parte) del "cuore che batte nel cuore di Roma". L'ex giallorosso porterà con sé un pezzetto di questa storia bellissima. Prima di andar via, però, ha voluto salutare i compagni di squadra che si stavano preparando per scendere in campo e fare allenamento. Un discorso lungo e scandito dall'emozione perché mai avrebbe pensato di lasciare la "magica". Commosso, Florenzi è stato salutato dall'applauso dei giocatori. Poi ha preso le sue cose, svuotato l'armadietto e ha fatto rotta verso la Spagna.