Missione compiuta per la Roma. La squadra di Fonseca contro l'Ajax soffre, ma riesce a strappare il pass per la qualificazione alla semifinale di Europa League. I giallorossi ritrovatisi in svantaggio per merito di Brobbey, dopo lo scampato pericolo della rete dello 0-2 annullata col Var a Tadic hanno fissato il risultato sull'1-1 grazie ad Edin Dzeko. Adesso la formazione capitolina, se la vedrà contro un avversario ostico, ovvero il Manchester United.

La Roma ha preferito lasciare il pallino del gioco agli avversari, costretti a giocarsi il tutto per tutto per provare a ribaltare il risultato dell'andata. I Lancieri che nel primo tempo hanno fatto registrare un possesso palla superiore al 70% non sono riusciti a creare particolari grattacapi alla difesa capitolina. Una chance per Tadic e una per Klaassen murato dai giallorossi. Troppo poco per impensierire una Roma però timida e "illusa" da un gol di Veretout annullato per fuorigioco.

Nella ripresa Ten Hag ha fatto la mossa più semplice e scontata andando a rinforzare il suo attacco, con l'inserimento della punta Brobbey al posto dell'evanescente Antony. E il classe 2002 già promesso sposo del Lipsia ci ha messo poco a lasciare il segno approfittando di un errore della difesa giallorossa. L'olandese, su assist di Schuurs (entrato nel primo tempo al posto dell'infortunato Klaiber) ha sorpreso i due centrali capitolini anticipando Pau Lopez protagonista di un'uscita rivedibile. Dopo pochi minuti l'Ajax ha trovato anche il raddoppio con Tadic, annullato dopo il ricorso al Var per un fallo evidente in avvio d'azione su Mkhitaryan.

Dal pericolo scampato all'urlo liberatorio. La Roma è passata in pochi minuti dall'inferno al paradiso, grazie a Edin Dzeko che dopo un ottimo lavoro di Calafiori sulla sinistra ha depositato in rete il pallone dell'1-1, scatenando l'esultanza di Fonseca in panchina. È il gol che chiude definitivamente il discorso qualificazione, che permette alla Roma di andarsi a giocare la semifinale contro il Manchester United, già giustiziere del Milan. I Red Devils nell'altro quarto di finale hanno archiviato la pratica Granada. Nella partita d'andata Fonseca dovrà fare a meno dello squalificato Mancini. A giocarsi l'altra semifinale saranno invece Arsenal e Villarreal che hanno estromesso rispettivamente Slavia Praga e Dinamo Zagabria.