Tre rientri dai prestiti e una qundicina di cessioni. Questo è il bilancio del mercato 2020 del Real Madrid. Sembra incredibile ma è tutto vero. Uno dei club che si è sempre fatto notare per i suoi acquisti milionari e le operazioni faraoniche nelle sessioni di mercato ha deciso di lavorare per la stabilità del club e ha confermato quanto aveva dichiarato Florentino Perez ("Niente nuovi acquisti"). Le uscite dalla Casa Blanca, tra trasferimenti e risparmi sugli stipendi dei giocatori, superano i 200 milioni di euro e questo garantisce un importante rientro per il club a fronte di una stagione complicata e piena di incertezze come quella che stiamo vivendo a causa della pandemia Covid-19.

Il Real Madrid ha chiuso ieri la sessione di mercato estate-autunno 2020 e lo ha fatto senza alcun acquisto oltre al rientro dal prestito di Odegaard dalla Real Sociedad, di Lunin dal Maiora e Odriozola dal Bayern Monaco: non accadeva dal 1980 che il club merengue non effettuasse nemmeno un acquisto nel periodo destinato ai trasferimenti. L'obiettivo dichiarato dalla società  era quello di alleggerire una rosa che contava fino a 37 giocatori a libro paga per la stagione 2020/2021 e grazie a questa riduzione aumenta il margine di manovra del club per il futuro e, cosa di non poco conto, si abbassa il monte ingaggi di diverse decine di milioni di euro.

La Fabrica del Real è la base intorno alla quale ruotano molte delle operazioni, che sono iniziate con il trasferimento di Javi Sánchez al Valladolid e si sono chiuse con il prestito per due stagioni di Borja Mayoral alla Roma. Nel frattempo ci sono stati i trasferimenti di Hakimi, Reguilón, Óscar Rodríguez, Dani Gómez e De Frutos per i quali il Real ha ricavato 90 milioni di euro e a questi si potrebbero aggiungere quelli dei campioni della Youth League di Raul, tra i quali segnaliamo Pablo Rodríguez  al Lecce. La cifra ottenuta grazie a La Fábrica supererebbe i 110 milioni di euro ai quali vanno aggiunti i trasferimenti in prestito di Kubo, Ceballos, Brahim, Vallejo e Reinier, quantificati in altri 25 milioni di euro.

Infine, ci sono le partenze di James Rodriguez e Garteh Bale. Il calciatore colombiano è andato via a titolo definitivo in un'operazione che permetterà al club di Chamartin di non pagargli l'ingaggio fino al termine del contratto mentre il gallese è in prestito per un anno a Londra in attesa di una buona offerta dal Tottenham: entrambe le operazioni hanno portato a un risparmio di 40 milioni di euro per il club madrileno. In questo modo il Real Madrid è riuscito a quantificare le uscite ad un cifra che gira intorno ai 200 milioni di euro e per la prima volta negli ultimi quarant'anni chiude un mercato estivo senza acquisti.