Da un lato l'Atalanta che ha ripreso a macinare gioco e punti in campionato anche senza il Papu Gomez, trasferitosi a Siviglia. Dall'altro il Real Madrid che sta vivendo una delle stagioni più difficili alla luce dei risultati ottenuti. A un mese circa dalla Champions in Spagna iniziano il conto alla rovescia e, scrutando condizione, risorse, qualità e passo della ‘dea', alimentano dubbi sulle possibilità dei blancos di superare gli ottavi di finale (24 febbraio e 16 marzo le date di andata e ritorno). Al momento del sorteggio l'abbinamento con i nerazzurri venne accolto con soddisfazione ma adesso mettendo sul piatto della bilancia il momento del club italiano e delle merengues il sospetto (e il timore) che qualcosa possa andare storto c'è. La squadra di Gasperini, che nella scorsa edizione del trofeo è arrivata a un passo dalla semifinale, è l'avversario peggiore che Zidane potesse affrontare in questa fase così delicata.

I numeri della ‘dea' che spaventano il Real Madrid

I media spagnoli – in particolare il quotidiano sportivo Marca – fanno notare come sia netto il divario in termini di rendimento e di risultati. E poi quel gioco perfetto, sincronizzato, martellante, identico contro qualunque squadra, praticato senza timore reverenziale incanta tutti. L'Atalanta ha il secondo migliore attacco della Serie A, ha conquistato la qualificazione alla semifinale di Coppa Italia e dalla decima giornata in poi (dove era scivolata al nono posto) ha iniziato la rimonta in classifica ed è quinta.

La vittoria per 3-0 a San Siro contro il Milan fa della ‘dea' una squadra che negli scontri diretti s'è arresa solo al Napoli (battuta per 4-1 al ‘Maradona0) strappando punti ai rossoneri (al comando), all'Inter e alla Juventus (con due pareggi) e alla Roma (sconfitta per 4-1). Nota stonata e grande rammarico i pari con Bologna e Genoa che hanno rallentato la risalita.

La stagione difficile dei blancos

Perché tanto ‘timore' in Spagna? A causa dell'andamento a singhiozzo, deludente del Real Madrid. È sì secondo in campionato a -7 dall'Atletico (ma i colchoneros hanno una partita da recuperare) ma pesano tanto l'eliminazione dalla Coppa del Re subita contro l'Alcoyano (squadra di terza serie) e la sconfitta in Supercoppa contro l'Athletic Bilbao.