861 CONDIVISIONI
2 Luglio 2021
23:40

“Ragazzi straordinari”, Roberto Mancini esulta: “Vittoria meritata, non poniamoci limiti”

Il ct azzurro Roberto Mancini esalta la sua Italia, vittoriosa contro il Belgio 2-1 con un successo che vale la semifinale contro la Spagna. Una prova maiuscola, corale, di gruppo: “Non avevo dubbi” ha sottolineato il ct “sono dei ragazzi straordinari. Ora godiamoci il momento, la Spagna può aspettare. Non ci siamo mai dati un obiettivo minimo, mancano due gare al sogno”
A cura di Alessio Pediglieri
861 CONDIVISIONI

"Ragazzi straordinari". Così sentenzia Roberto Mancini dopo la vittoria ottenuta sul Belgio  che ha portato la nazionale azzurra in semifinale per quinta volta della sua storia ad un Europeo. Una prova maiuscola, corale, di gruppo che si è contrapposta alle giocate spesso singole dei fenomeni tra i Diavoli Rossi di Martinez. Ed è vero, perchè questa Italia ha confermato non solo di saper soffrire – come aveva già fatto con l'Austria – ma di non aver paura di imporre il proprio gioco anche nei momenti più delicati, pensando a giocare, confermando di essere consapevoli della propria forza.

Roberto Mancini la partita l'ha vissuta come fosse stato ancora in campo: urla, indicazioni, salti di gioia ai gol, calma ed equilibrio nei momenti più delicati da trasferire tutto ai propri giocatori. Ed è un'Italia alla ‘Mancini' che ancora una volta non solo non sa perdere ma sa solo vincere: "Abbiamo meritato la vittoria, una partita di sofferenza e di volontà. I ragazzi sono stati straordinari".

Un'euforia post partita che lascia anche in secondo piano una lettura di parte dell'inizio del match laddove gli azzurri hanno effettivamente sofferto una partenza rabbiosa di Lukaku e compagni: "25 minuti iniziali di sofferenza? Non sono d'accordo. La sofferenza forse è arrivata alla fine, ma all'inizio c'erano azioni e cambi di fronte dall'una e dall'altra parte".

Non ci siamo mai posti un traguardo minimo, volevamo fare il massimo, la strada è ancora lunga, mancano due partite vedremo cosa accadrà. Siamo qui, adesso godiamoci il momento, senza pensare cosa accadrà più avanti

La certezza di Mancini è la consapevolezza di avere un gruppo importante, che colma eventuali lacune dei singoli davanti a individualità anche più forti: "Siamo un gruppo, ero certo che i ragazzi avrebbero fatto un incontro bellissimo, non avevo dubbi. Adesso la Spagna può attendere, festeggiamo!".

861 CONDIVISIONI
Italia martoriata: fuori mezza squadra, la Lituania diventa un problema
Italia martoriata: fuori mezza squadra, la Lituania diventa un problema
Mancini difende e rilancia Immobile in Italia-Lituania: "Mi sembra di essere tornati a Balotelli"
Mancini difende e rilancia Immobile in Italia-Lituania: "Mi sembra di essere tornati a Balotelli"
Raspadori al primo vero esame nell'Italia di Mancini: perno di un attacco inedito
Raspadori al primo vero esame nell'Italia di Mancini: perno di un attacco inedito
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni