Paulo Fonseca non sarà più l'allenatore della Roma il prossimo anno. Al termine della stagione in corso l'allenatore portoghese e il club giallorosso separeranno le loro strade dopo due annate calcistiche: a dare la notizia è stata la stessa società capitolina con un comunicato nelle scorse ore. Il divorzio era nell'aria da tempo e la nuova proprietà stava soltanto aspettando che si concludesse l'annata per decretare la separazione con l'allenatore lusitano ma i risultati negativi avevano creato un certo malumore nell'ambiente capitolino e alcuni rumors vicini a Trigoria avevano fatto trapelare la possibilità che Fonseca potesse essere esonerato prima della fine della stagione.

L'annuncio è arrivato poche ore prima della gara di ritorno della semifinale di Europa League 2020-2021 contro il Manchester United in casa e con altre quattro gare da giocare in campionato e questa situazione ha fatto storcere il naso a diversi tifosi: alcuni hanno interpretato questo comunicato come la resa totale in vista delle ultime gare dell'anno mentre altri lo hanno ritenuto un atto dovuto viste le tante cose che sono state dette intorno alla Roma nei giorni scorsi.

Sia dopo la pesante sconfitta di Manchester che dopo quella di Genova contro la Sampdoria da più parti si paventava l'ipotesi dell'esonero immediato di Paulo Fonseca mentre in questo modo l'Associazione Sportiva Roma ha voluto mettere un punto su questa storia e ha evitato ulteriori discussioni di questo tipo.

La società giallorossa sta già lavorando per la prossima stagione e il nome più accreditato per sedere sulla panchina adesso occupata da Fonseca sarebbe quello di Maurizio Sarri: nei mesi scorsi si era parlato molto di Massimiliano Allegri ma nelle ultime settimane l'ex tecnico di Juventus, Chelsea e Napoli sembra il maggiore indiziato per prendere il timone giallorosso. Non ci sono ancora notizie certe e ufficialità ma a breve si aprirà una nuova era nella Capitale.