Non era convinto di andarsene avrebbe potuto firmare fin da subito ma non era convintissimo. Stiamo lavorando per fare meno danni possibile a noi e a lui. Abbiamo sbagliato entrambi.

Durante la conferenza stampa di presentazione di Gianluca Caprari, il direttore sportivo del Parma, Daniele Faggiano, è tornato sul caso che riguarda Gervinho, che è stato messo ai margini del progetto tecnico dopo i problemi nel trasferimento all’Al-Sadd. Difficilmente l'attaccante verrà reintegrato nella rosa di Roberto D'Aversa e l’ivoriano non si allenerà con la squadra fino a nuova comunicazione. Con Kulusevski e Cornelius infortunati, oltre ovviamente a Inglese, l’emergenza in attacco è totale. Sempre in merito al mancato trasferimento dell'ivoriano:

Gervinho non era tanto convinto di andarsene da subito. Se avesse voluto firmare lo avrebbe potuto fare da subito, era al calciomercato dal mattino. Non serve al Parma sparare contro tutto e tutti in questo momento. Eravamo tutti in orario con le firme, sia noi che loro, ma il ragazzo non era convintissimo. Stiamo lavorando per fare meno danni possibile a tutti, a noi, a lui e a loro. Non è facile. Si sbaglia tutti insieme. Può succedere di voler andare via, ha sbagliato alcune cose ma non altre.

Faggiano: Caprari? Un regalo a tutti

Sull'arrivo di Gianluca Caprari dalla Sampdoria il dirigente del club ducale ha affermato:

Mercato estenuante. Dopo tanto rincorrere siamo riusciti a prendere Caprari. Eravamo in fila con altre squadre con la Sampdoria, ma non nelle scelte del giocatore che ha sempre messo in prima fila Parma. Ci siamo spinti oltre alle nostre disponibilità per fare un regalo a tutti. Siamo contenti ed orgogliosi. Caprari? Eravamo la sua prima scelta. Siamo andati oltre le nostre disponibilità per fare un regalo a tutti, siamo contenti.

Faggiano: Svincolati? Non arriverà nessuno

Infine Daniele Faggiano ha spiegato lo sviluppo del mercato del Parma nella sessione di gennaio 2020 e che c'era bisogno di un rinforzo nel reparto offensivo ma non verrà effettuata nessuna operazione con calciatori svincolati:

Prendere uno svincolato? Innanzitutto non era semplice muoversi in avanti. Nessuno degli attaccanti che avevamo contattato si è spostato in questa finestra di mercato. Tranne Piatek, a cui ho pensato e che sarei stato il primo a prendere, ma che era fuori budget e per prima cosa noi dobbiamo guardare alle nostre casse, degli altri non si è mosso nessuno. La lista ora è piena, ed Inglese è fuori a causa dell’infortunio. Non possiamo dunque andare sugli svincolati.