4 Ottobre 2021
14:18

Neymar irriconoscibile al PSG, ha smesso persino di dribblare: “È stato pessimo”

Neymar protagonista del peggior avvio di stagione con la maglia del Psg. Il brasiliano letteralmente irriconoscibile sta vivendo un momento di crisi e non riesce a ritrovare gli standard di prestazioni del passato. Pioggia di critiche dopo il tonfo contro il Rennes, per quello che finora è stato il peggiore tra gli attaccanti di Pochettino.
A cura di Marco Beltrami

Che fine ha fatto il vero Neymar? L'attaccante brasiliano in questo avvio di stagione con il Psg sembra il lontano parente di se stesso. I numeri sono la fotografia perfetta del momento no dell'ex Barcellona, che dopo le critiche estive per una forma post-vacanze tutt'altro che smagliante, è finito nuovamente nell'occhio del ciclone. All'indomani del sorprendente ko del Paris Saint-Germain contro il Rennes, pioggia di critiche per il brasiliano sia in Francia che in patria per un'altra prestazione molto al di sotto delle aspettative.

Quante critiche per Neymar dopo il ko del Psg contro il Rennes

Nonostante la presenza in campo di Neymar, Messi, Mbappé e Di Maria, la squadra di Pochettino non è riuscita a trovare il gol contro il Rennes, incassando invece un pesante 2-0. Il peggiore tra tutte le stelle offensive del Psg è stato senza dubbio il brasiliano, opaco e mai incisivo. Se in Francia non sono mancate le critiche, altrettanto è successo in Brasile dove c'è preoccupazione per questo trend negativo dell'ex Santos, in ottica Seleçao. Basti pensare che UOL Esporte ha sentenziato senza troppi fronzoli: "Domenica, il brasiliano è stato pessimo, ha sbagliato troppi passaggi". 

La crisi di Neymar, il post su Instagram è emblematico

Una bocciatura senza appello per Neymar che al 75′ è stato sostituito da mister Pochettino. Quest'ultimo ha dribblato nel post-gara le domande relative al rendimento del 29enne, preferendo parlare dell'apporto collettivo del suo reparto offensivo. Parole che non hanno però convinto i tifosi e la stampa, che ovviamente si aspettano molto di più da un calciatore che grazie al rinnovo percepisce la bellezza di 35 milioni di euro l'anno. Il diretto interessato dal canto suo aspetta tempi migliori e infatti su Instagram ha postato una foto del suo tatuaggio "Tutto passa", accompagnato da queste parole: "Tutto passa, sia le cose belle, che le cose brutte".

I numeri che spiegano perché quello attuale è il peggior Neymar di sempre al Psg

Mentre la piazza parigina si preoccupa anche per la mondanità di Neymar, spesso e volentieri immortalato in occasione di eventi che potrebbero distrarlo, i numeri e i paragoni rispetto alle scorse stagioni sono impietosi. L'attaccante non aveva mai iniziato così male una stagione dal momento del suo arrivo in Europa nel 2013, al Barcellona. Un gol e 2 assist in 7 uscite per O'Ney che sta vivendo il peggio avvio al Psg: la sua media è di un gol, tra l'altro su rigore, ogni 592 minuti e 12 tiri come evidenziato da RMC Sport. Nel 2017-2018 la sua media era di un gol ogni 97 minuti, nel 2018-2019 ogni 119 minuti, e successivamente ogni 144 minuti. Stesso discorso per gli assist del brasiliano calato vistosamente anche dal punto di vista dei tiri in porta (1.8 a partita quest'anno, contro i 4.4, 3.6, 4.5, 4.2 di media delle stagioni precedenti), dei dribbling (7.9 a partita) e dei falli subiti. Insomma, pochi dubbi: quello di questo scorcio iniziale di stagione a Parigi è il peggior Neymar di sempre.

Furia Lipsia, l'arbitro accusato di aver favorito il PSG: "Voleva l'autografo di Neymar"
Furia Lipsia, l'arbitro accusato di aver favorito il PSG: "Voleva l'autografo di Neymar"
Orribile infortunio per Neymar: la caviglia si piega, costretto a lasciare il campo in lacrime
Orribile infortunio per Neymar: la caviglia si piega, costretto a lasciare il campo in lacrime
I nervi d'acciaio di Szoboszlai: Neymar lo provoca prima del rigore, la risposta è glaciale
I nervi d'acciaio di Szoboszlai: Neymar lo provoca prima del rigore, la risposta è glaciale
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni