L'arbitro Fabio Maresca nei minuti di recupero del primo tempo del derby Juventus-Torino ha decretato un calcio di rigore a favore della formazione franata chiedendo l'ausilio del VAR. Dopo un consulto con gli addetti alle immagini di supporto il direttore di gara ha deciso per il fischio dagli 11 metri decretando il tocco di mano di Mathias de Ligt in area bianconera determinante per aver interrotto in modo irregolare l'azione granata. Sul dischetto Andrea Belotti non sbaglia e riporta il Torino in partita con il risultato di 2-1 per la Juventus all'intervallo.

In un primo momento la deviazione di de Ligt era apparsa fortuita ma il richiamo del VAR per osservare  attentamente le immagini è stata una scelta corretta da parte di Irrati nei confronti di Maresca: il pallone scagliato da Verdi impatta sul braccio del centrale difensivo bianconero, cambiandone traiettoria e impedendo al tiro di raggiungere lo specchio della porta difesa da Gigi Buffon. E' questo l'episodio principale dei primi 45 minuti di partita, in cui la Juventus si è portata subito in vantaggio sui granata. De Ligt ha ricevuto anche il cartellino giallo da parte dei direttore di gara, così come in precedenza erano stati ammoniti Bonucci e Pjanic, tutti giocatori della Juventus.

La scelta è corretta ai fini del regolamento in vigore sui falli di mano in area di rigore: il movimento di de Ligt rientra nella casistica delle deviazioni da fischiare con la massima punizione perché aumenta il volume del corpo del giocatore, essendo largo e impattando con la palla fermandone la direzione verso la porta. Al VAR, Irrati ha dunque confermato a Maresca l'irregolarità dell'azione che ha portato al gol il Torino dal dischetto permettendo al direttore di gara di compiere la scelta corretta.

Per la Juventus, la beffa oltre al danno: con il rigore al 49′ del primo tempo segnato da Belotti, la partita si è riaperta, ma nell'occasione del penalty c'è stata anche l'ammonizione di de Ligt. Il centrale difensivo bianconero, già diffidato,  sarà squalificato e salterà la prossima sfida contro il Milan.