6 Agosto 2022
16:55

Mitrovic manda in crisi Van Dijk alla prima in Premier: in difficoltà come poche altre volte

Il fenomeno Aleksandar Mitrovic fa subito la differenza nella prima giornata di Premier trascinando il suo Fulham al pareggio contro il Liverpool. L’attaccante serbo fa letteralmente impazzire Van Dijk: mai visto così in difficoltà.
A cura di Fabrizio Rinelli

Il Fulham ha iniziato il suo cammino in Premier League così come aveva chiuso, in modo trionfale, la Championship nella passata stagione. Tutto merito di Aleksandar Mitrovic che ancora una volta ha fatto la differenza in modo decisivo nella prima giornata di campionato fermando subito il Liverpool di Klopp. Il 2-2 maturato a Craven Cottage è l'epilogo perfetto per dare seguito ha quanto di buono ha fatto vedere il club londinese lo scorso anno. Mitrovic ha trovato la sua dimensione proprio al Fulham dopo qualche anno di anonimato al Newcastle in cui sembrava un giocatore praticamente finto.

Il primo gol realizzato da Mitrovic dopo aver sovrastato Alexander–Arnold.
Il primo gol realizzato da Mitrovic dopo aver sovrastato Alexander–Arnold.

Ha infatti trascinato i londinesi alla vittoria del campionato segnando ben 43 gol e 7 assist in 44 partite. Oggi contro i Reds ha chiuso il cerchio mettendo a segno una doppietta portando il suo score a ben 45 gol in 45 partite. Un bomber infallibile in area di rigore capace di sovrastare con il suo fisico uno come Alexander-Arnold segnando di testa il gol del vantaggio prima che Nunez riuscisse a portare nuovamente in parità il risultato. Ma a 20 minuti dal termine della partita Mitrovic si inventa un qualcosa che non era mai accaduto in Premier League prendendosi incredibilmente gioco di Virgil van Dijk.

Il difensore olandese ha guidato la difesa del Liverpool ma si sarebbe aspettato di doversi scontrare contro un avversario così difficile da marcare come Mitrovic. L'attaccante serbo, protagonista nella sua magica stagione passata con il gol al Portogallo che ha portato la Serbia ai Mondiali in Qatar, si è inventato da solo il secondo gol prendendosi un calcio di rigore proprio a seguito di una giocata fenomenale su van Dijk. Il difensore olandese è rimasto spiazzato dal suo movimento in area di rigore vedendosi costretto a stenderlo concedendo il penalty al Fulham.

Il boato del pubblico ha accompagnato la giocata di Mitrovic che si è incaricato lui stesso della battuta. Dagli undici metri il serbo non ha dicerto sbagliato mettendo a segno la rete del 2-1 battendo Alisson. Ma il Liverpool è una squadra formidabile e subito dopo con Salah troverà la rete del definitivo 2-2 che chiude la partita. Il rigore causato da van Dijk su Mitrovic però mette in evidenza un dato statistico al quale non eravamo di certo abituati: per la prima volta: da quando è arrivato al Liverpool, van Dijk è stato dribblato da un avversario causando un rigore in una singola partita di Premier.

Una soddisfazione per lo stesso Mitrovic che si è riuscito a prendere una grande soddisfazione mettendo in netta difficoltà uno dei difensori più forti al mondo. Il serbo è stato talmente perfetto attirando anche l'attenzione di Jurgen Klopp. L'allenatore tedesco infatti a fine partita ha salutato tutta la panchina del Liverpool per poi entrare in campo per salutare anche gli avversari e ovviamente complimentarsi con i propri giocatori. Ma soprattutto Klopp ha voluto vedere da vicino Mitrovic. I due si sono incrociati e così l'allenatore del Liverpool, simpaticamente, gli ha dato un piccolo schiaffetto amichevole proprio in segno di apprezzamento per quanto visto sul rettangolo verde di Craven Cottage.

Arthur è in ritardo di condizione: il Liverpool lo manda a giocare con l'Under 21
Arthur è in ritardo di condizione: il Liverpool lo manda a giocare con l'Under 21
Darwin Nunez calcia in modo disastroso, tifosi increduli: la palla finisce in fallo laterale
Darwin Nunez calcia in modo disastroso, tifosi increduli: la palla finisce in fallo laterale
Klopp prova a pensare alla Champions e all'Ajax ma ritorna sempre e solo una parola:
Klopp prova a pensare alla Champions e all'Ajax ma ritorna sempre e solo una parola: "Napoli"
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni