Sinisa Mihajlovic al termine della partita vinta dal Bologna contro il Crotone, ha parlato ai microfoni di Sky Sport spiegando come sia stato possibile rimontare una gara che al termine dei primi 45′ sembrava persa: "Non possiamo avere tutti questi alti e bassi. Nel primo tempo abbiamo fatto schifo". L'allenatore non ha usato mezze misure: "In altri tempi avrei spaccato gli spogliatoi". Mihajlovic ha analizzato la partita in cui sono state decisive soprattutto le sue intuizioni nel riuscire a fare i cambi giusti tra il primo e il secondo tempo modificando l'assetto della squadra equilibrando tatticamente la sua formazione.

"Abbiamo preso gol su due occasioni – ha detto – ma poi i ragazzi che sono entrati nella ripresa hanno fatto la differenza. È la dimostrazione che il calcio si gioca in 11 e non in 23″. Il tecnico serbo ha evidenziato anche alcuni aspetti che hanno caratterizzato questa partita. Dal punto di vista tattico ha sottolineato come una maggiore copertura degli spazi nei secondi 45′ abbia comportato un miglioramento del giro palla da parte dei suoi giocatori. Ma sotto l'aspetto caratteriale, Mihajlovic ha cambiato la partita con un sistema molto più semplice: "Ho giocato tutto sulla loro dignità e sul loro orgoglio mentre eravamo negli spogliatoi sperando in una reazione – ha detto – e così si è avverato tutto con i cambi".

Mihajlovic si è comunque rammaricato per l'atteggiamento della squadra nel primo tempo augurandosi che questa non accada più: "E’ merito dei ragazzi la rimonta – ha sottolineato – ma io non posso più concedere questi alti e bassi". Il Bologna con questa vittoria scaccia quasi definitivamente via tutti i pensieri per una salvezza che ad oggi sembra davvero alla portata e che invece adesso si fa durissima, se non impossibile, per un Crotone che ha però mostrato grande coraggio nonostante il ko.