L'imprinting calcistico di Marcos Llorente probabilmente al mondo non ce l'ha nessuno. Suo nonno paterno era il mitico Gento, uno dei più grandi calciatori di sempre del Real Madrid, vinse 12 volte la Liga e conquistò in 6 occasioni la Coppa dei Campioni, anche il nonno materno è stato un professionista, così come il papà, Paco, e lo zio. Llorente la Champions l'ha vinta con il Real, anche se era una riserva, ora gioca nell'Atletico e dell'altra squadra di Madrid è diventato un idolo dopo la doppietta che ha fatto fuori dalla Champions il Liverpool. Quello è stato il momento più alto della sua carriera e per questo Llorente ha voluto battezzare con il nome di ‘Anfield' il suo cane.

La doppietta di Llorente a Liverpool

L'Atletico vinse 1-0 nell'andata degli ottavi di Champions contro il Liverpool, che nella gara di ritorno segnò un gol nei novanta minuti regolamentari. Così si andò ai supplementari in cui gli inglesi crollarono sotto i colpi di Morata e soprattutto di Marcos Llorente, che realizzò una doppietta. Il primo gol è stato quello che ha spaccato in due la doppia sfida. Una notte memorabile, due gol in uno stadio come Anfield non si fanno tanto spesso, realizzati contro la squadra campione in carica fuori dalla Champions proprio per quei gol.

Anfield è il cane di Marcos Llorente

Una notte indimenticabile quella per Llorente che, ricordando quei momenti e quei gol che hanno portato alla qualificazione dell'Atletico, ha deciso di battezzare il suo bellissimo bulldog ‘Anfield'. Lo ha svelato lo stesso centrocampista, che sta vivendo la sua quarantena a Madrid, attraverso una stories su Instagram ha pubblicato una bella immagine del suo cane lo si vede guardare oltre la finestra, probabilmente ha voglia di uscire per una passeggiata, e a corredo di quella foto Llorente ha scritto: "Giorno 22, Anfield che guarda la vita che scorre".