17 Maggio 2021
17:13

Mancini sulle condizioni di Verratti: “Problema serio ma c’è fiducia per gli Europei”

Roberto Mancini sarà il CT della Nazionale Italiana di calcio fino al 2026. Il Mancio ha prolungato il suo contratto con la FIGC di altri quattro anni rispetto alla scadenza attuale e in conferenza stampa ha espresso tutta la sua soddisfazione: “Sono molto felice, per noi è un bellissimo momento. Vogliamo portare avanti un lavoro iniziato tre anni fa che sta dando buoni frutti”.
A cura di Vito Lamorte

Roberto Mancini si appresta ad affrontare la fase finale di un torneo alla guida della Nazionale Italiana ma a meno di un mese dall'esordio contro la Turchia allo stadio Olimpico di Roma è arrivata la notizia del rinnovo fino al 2026. L'annuncio è arrivato nel corso del Consiglio Federale e poi alla stampa da parte del presidente della Federcalcio, Gabriele Gravina: il Mancio aveva un contratto fino al 2022 e ha prolungato per altri quattro anni. Nel corso della conferenza stampa dopo il Consiglio Federale il CT della Nazionale ha esternato tutta la sua soddisfazione per il rinnovo: "Sono molto felice, per noi è un bellissimo momento. Vogliamo portare avanti un lavoro iniziato tre anni fa che sta dando buoni frutti. Abbiamo diversi giovani importanti, la nostra speranza è che il lavoro dia altri frutti molto velocemente, anche se sappiamo che a volte bisogna aspettare di più. Siamo positivi, speriamo di poter dire la nostra sapendo che a volte serve anche un po' di fortuna. Con Gabriele Gravina ci siamo trovati molto bene, non c'era motivo per lasciarci. Ora l'obiettivo è vincere, l'Europeo manca da molti anni all'Italia. Credo che lasciarci non sarebbe stato giusto". 

Adesso c'è l'Europeo nei pensieri del Commissario Tecnico ma prima bisogna capire le condizioni di di Francesco Acerbi e Marco Verratti, alle prese con problemi fisici seri a pochi giorni dal via: "Abbiamo due problematiche di questo genere. Siamo fiduciosi, quella di Marco sembra più grave ma valutiamo di giorno in giorno. Decideremo con l’avvicinarsi della scadenza della lista. Siamo fiduciosi, credo anche Pellegrini abbia un leggero problema ma speriamo di recuperare tutti. L’unico è Verratti che ha un problema al ginocchio un po’ più grave”.

Mancini è cosciente che ci saranno tre manifestazioni importanti in poco tempo e vorrebbe vedere gli Azzurri competere in prima linea per tutti i tornei: “Mi piacerebbe continuare questo lavoro iniziato tre anni fa che sta dando risultati e lasciare qualcosa di importante. In un anno ci saranno Europei, Nations League e Mondiali. L’Italia deve partire per vincere, poi non sempre accade, ma la nostra squadra deve essere presa d’esempio”

Infine, in merito alla sue speranze e alla voglia di fare qualcosa di importante per la selezione azzurra il Mancio afferma: "Quando vieni da un club e sei abituato a lavorare tutti i giorni non è semplice. Superare quel momento lì non è stato facile. Il fatto di essere riuscito a mettere insieme una squadra che piace mi dà molta soddisfazione. All’inizio soprattutto non è stato semplice ma può essere un lavoro ancora migliorato. Per arrivare a Bearzot bisognerebbe vincere un paio di competizioni, il mio obiettivo è mettere qualche foto in più nella sala di Coverciano. Bisogna aspettare un attimo e sperare".

Contro la Svizzera senza Immobile: l'Italia di Mancini tra la fiducia a Belotti e il 'falso nueve'
Contro la Svizzera senza Immobile: l'Italia di Mancini tra la fiducia a Belotti e il 'falso nueve'
La verità su Pastore, alla Roma era stato un flop: "È arrivato con un serio problema"
La verità su Pastore, alla Roma era stato un flop: "È arrivato con un serio problema"
Per l'Italia, per i Mondiali, per Mancini: Bonucci e Chiellini stringeranno i denti con la Svizzera
Per l'Italia, per i Mondiali, per Mancini: Bonucci e Chiellini stringeranno i denti con la Svizzera
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni