Roberto Mancini si lega sempre più alla Nazionale. Il Commissario Tecnico ha firmato il prolungamento del contratto fino al 2026. L'annuncio è stato dato dal presidente della FIGC Gravina che al termine dei lavori odierni del Consiglio Federale ha detto: "Questo è un progetto a lungo termine. Vogliamo vincere un trofeo".

Il rinnovo di Mancini con l'Italia fino al 2026

Mancini è diventato c.t. nella Primavera del 2018, dopo la mancata qualificazione ai Mondiali di Russia e il breve interregno del traghettatore Di Biagio, e quando aveva trovato l'accordo aveva firmato un contratto quadriennale cioè fino al Mondiale del 2022. Ha ottenuto risultati eccezionali il ‘Mancio' che ha creato una Nazionale splendida, che gioca bene e ha fatto riappassionare gli italiani. Nelle ultime settimane il nome del tecnico era stato fatto per alcune squadre importanti, inclusa la Juventus, ma giustamente per spazzare via tutte le voci la Federazione ha proposto il rinnovo a Mancini. Gravina vuole continuità e per questo ha voluto fortemente il prolungamento del c.t.: "È un progetto a lungo termine, vogliamo regalare un trofeo ai nostri tifosi. Questo è il nostro obiettivo". Queste invece le parole di Mancini:

Sono molto felice. Io e Gravina ci siamo trovati bene, abbiamo lavorato tanto in questi due anni. Siamo migliorati e possiamo migliorare ancora, non c'era nessun motivo per lasciarsi. L'obiettivo è quello di vincere e stiamo percorrendo insieme quella strada.

Mancini sarà uno dei c.t. più longevi dell'Italia

Il bilancio di Mancini con la Nazionale è eccezionale: 21 vittorie, 7 pareggi e 2 sconfitte in 30 partite. L'Italia non perde una partita da due anni e mezzo, ha grandi chance di avanzare agli Europei ed è nella Final Four della Nations League, che si terrà nel 2021. Mancini sarà quindi c.t. azzurro almeno per otto anni, che sono tantissimi per un selezionatore. Solo i miti Vittorio Pozzo ed Enzo Bearzot, entrambi campioni del mondo, sono stati più di otto anni sulla panchina dell'Italia.