1.859 CONDIVISIONI
28 Giugno 2021
14:44

L’Italia si inginocchierà contro il Belgio: “Ma il contrasto al razzismo lo faremo in altri modi”

Nel match valido per i quarti di finale degli Europei tra Italia e Belgio, gli azzurri hanno fatto sapere che si inginocchieranno come segnale di vicinanza al movimento Black Lives Matter ma solo “come forma di rispetto nei confronti di chi lo farà, come nel caso del Belgio: il contrasto al razzismo sarà messo in atto attraverso altre iniziative”. È la linea ufficiale dettata oggi dalla Nazionale Italiana.
A cura di Fabrizio Rinelli
1.859 CONDIVISIONI

L'Italia continuerà a seguire la propria linea anche nei quarti di finale degli Europei 2021. Anche contro il Belgio infatti, gli azzurri si inginocchieranno in segno di supporto al movimento Black Lives Matter che combatte il razzismo, ma solo nel caso in cui dovesse farlo anche la squadra avversaria. Nel corso della conferenza stampa di Matteo Pessina, il Responsabile della comunicazione FIGC, Paolo Corbi, ha voluto subito sottolineare la linea ufficiale che porteranno avanti gli azzurri anche nella prossima gara. "La linea della squadra è quella che ha spiegato Giorgio Chiellini l’altra sera –  ha detto Corbi provando a far chiarezza sulla vicenda che si è creata subito dopo Italia-Galles – Il contrasto al razzismo sarà messo in atto attraverso altre iniziative che la squadra condividerà con la Federazione.  La scelta è quella di inginocchiarsi per rispetto nei confronti di chi lo farà, come nel caso del Belgio".

Stesso concetto ribadito anche da Pessina: "La nostra linea è quella, la pensiamo tutti uguale". Quel che è certo è che gli azzurri non fossero preparati a tutto questo e sono stati spiazzati dalla scelta di alcune nazionali di inginocchiarsi prima del calcio d'inizio delle partite. Un segnale di vicinanza al movimento Black Lives Matter che si è radicato soprattutto in Inghilterra, in Premier League, e che si sperava potesse ramificarsi anche in questi Europei. La Federazione ha dunque specificato come la lotta al razzismo sia sempre stato un obiettivo comune anche all'Italia ma che andrebbe combattuto in un altro modo e con altre iniziative. La Nazionale Italiana ha quindi confermato la linea dettata già da capitan Chiellini nei minuti precedenti alla sfida degli ottavi contro l'Austria in cui il difensore ha sottolineato che l'Italia si inginocchierà solo "per sentimento di solidarietà e di sensibilità nei confronti delle altre nazionali".

Gli azzurri dunque metteranno in atto altre iniziative per contrastare il razzismo. Una scelta che non è stata compresa totalmente dall'Italia intera e dal popolo azzurro che non ha condiviso questa linea. Il Black Lives Matter e il suo gesto di supporto per combattere il razzismo, ridotto come un contentino per non urtare la sensibilità degli avversari. Il messaggio che è stato lanciato dalla Nazionale Italiana non è dei migliori e ciò che traspare dalla linea dettata dalla Federazione, è la totale confusione nei confronti di un tema, come il razzismo, che specie in una manifestazione così importante e di grande rilevanza pubblica come gli Europei, avrebbe meritato maggiore serietà da parte di tutte le nazionali, specie l'Italia, senza altre interpretazioni. Il Belgio contro l'Italia si inginocchierà come ha sempre fatto dall'inizio di questi Europei, ma ciò che faranno gli azzurri "per sentimento di solidarietà" non ha nessun significato.

1.859 CONDIVISIONI
Barella-Berardi, l'Italia si prende il 3° posto in Nations League: battuto il Belgio 2-1
Barella-Berardi, l'Italia si prende il 3° posto in Nations League: battuto il Belgio 2-1
Quando si gioca Italia-Belgio per la finale del terzo e quarto posto di Nations League: data, orario e stadio
Quando si gioca Italia-Belgio per la finale del terzo e quarto posto di Nations League: data, orario e stadio
Ora il Belgio rischia il ribaltone nel Ranking Fifa: "Non abbiamo i top players come l'Italia"
Ora il Belgio rischia il ribaltone nel Ranking Fifa: "Non abbiamo i top players come l'Italia"
Lascia un commento!
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni