261 CONDIVISIONI

L’Arechi è una bolgia, a Saelemaekers saltano i nervi, Thiago Motta lo riporta in sé: “Gioca!”

Nel finale rovente di Salernitana-Bologna la pressione dei tifosi granata schizza alle stelle, complice l’atteggiamento dei calciatori del Bologna che provano a guadagnare tempo con molto mestiere. L’ex milanista è una furia.
Entra nel nuovo canale WhatsApp di Sport Fanpage.it
A cura di Maurizio De Santis
261 CONDIVISIONI
Immagine

Il finale di SalernitanaBologna è una bolgia. L'Arechi prova a dare la carica ai granata che, dopo aver accorciato le distanze con Simy nella ripresa, è protesta all'attacco alla ricerca di un pareggio che sarebbe manna dal cielo per come s'era messa e per la necessità di fare punti salvezza. Mancano una manciata di minuti (ma saranno molti di più per il maxi recupero concesso) e in quegli istanti succede di tutto. L'atmosfera si surriscalda: Kastanos viene ammonito per aver commesso un fallo di frustrazione su Saelemaekers. L'arbitro Sozza estrae il giallo e assegna la punizione nei pressi del calcio d'angolo.

Immagine

La pressione dei tifosi granata schizza alle stelle quando, complice un atteggiamento dilatorio dei felsinei (con molto mestiere cercavano di guadagnare tempo), sia Ferguson sia l'ex milanista si perdono in proteste, provano ad attirare più volte l'attenzione del fischietto, tengono palla e tardano nella rimessa in gioco. Dal settore di curva viene lanciato qualcosa in campo: è un accendino. I giocatori ospiti lo raccolgono, lo mostrano a Sozza. Il gioco resta fermo ancora per un minuto.

Saelemaekers viene affrontato anche da Simy, che sbraccia in maniera plateale nei suoi confronti. Quasi lo strattona, gli urla di giocare. Thiago Motta richiama i suoi calciatori, prende il viso tra le mani del belga, lo guarda fisso negli occhi e gli dice in maniera decisa: "Gioca! Continua a giocare!".

Simy si sbraccia, urla a Saelemaekers di non perdere tempo.
Simy si sbraccia, urla a Saelemaekers di non perdere tempo.

In campo il nervosismo si taglia a fette. Federico Fazio prende il cartellino rosso per proteste: per l'argentino erano pochi i cinque minuti di recupero concessi. Pirola manca d'un soffio il pareggio (il colpo di testa finisce fuori di poco), Skorupski prende un giallo (non gli viene perdonata la perdita di tempo). Al 98° arriva il triplice fischio.

A fine match saranno tanti i fischi che pioveranno dalle tribune: cori contro la squadra e la società hanno fatto il paio con il ritiro degli striscioni. In segno di contestazione è avvenuto anche dell'altro: la parte più calda del sostenitori della Salernitana s'è radunata nei pressi della tribuna e ha chiesto il licenziamento del direttore sportivo, De Sanctis. Cori anche contro il massimo dirigente, Iervolino.

261 CONDIVISIONI
I tifosi del Bologna lanciano una petizione per Thiago Motta: è un appello per il suo futuro
I tifosi del Bologna lanciano una petizione per Thiago Motta: è un appello per il suo futuro
Thiago Motta non trattiene l'emozione: "Io e il mio staff non siamo nulla senza questi giocatori"
Thiago Motta non trattiene l'emozione: "Io e il mio staff non siamo nulla senza questi giocatori"
L'agente di Thiago Motta butta veleno sul Napoli: "Nessuno vuole andare ad allenarlo"
L'agente di Thiago Motta butta veleno sul Napoli: "Nessuno vuole andare ad allenarlo"
autopromo immagine
Più che un giornale
Il media che racconta il tempo in cui viviamo con occhi moderni