La Roma ha annunciato José Mourinho come allenatore per la prossima stagione. Il tecnico portoghese tornerà in Serie A dopo undici anni. I Friedkin, che avevano annunciato l'addio di Fonseca in mattinata, hanno sorpreso tutti ingaggiando uno degli allenatori più vincenti di sempre. Mourinho ha firmato un triennale. E adesso si proverà a ragionare sulla Roma del futuro. Si faranno tanti nomi di calciatori ed è immaginabile che la squadra sarà rivoluzionata. Ma c'è anche un'altra casella che va riempita, quella del collaboratore tecnico dello Special One che dovunque è andato nel proprio staff ha inserito sempre un tecnico o un ex calciatore legato alla società e a quell'ambiente.

I collaboratori di Mourinho al Chelsea, al Real e al Manchester United

Quando Mourinho nel 2004 firmò per il Chelsea portò con sé un nutrito gruppo di collaboratori, ma d'accordo con la società nel suo staff entrò anche Steve Clarke, ex difensore del Chelsea e oggi c.t. della Scozia. Clarke era un collaboratore fidato e importante che lo aiutava a conoscere meglio la Premier League. Dopo l'addio ai Blues passò all'Inter e nel suo staff entrò Beppe Baresi, che ha trascorso una vita all'Inter. E assieme hanno fatto lo storico triplete. La stessa pratica l'ha ripetuta quando è passato al Real Madrid, uno dei suoi vice era Aitor Karanka, una vita da calciatore dei blancos. E quando tornò al Chelsea nello staff entrò Steve Holland, che è stato per anni nello staff tecnico del club londinese e oggi è il vice di Southgate all'Inghilterra. Mentre quando firmò per il Manchester United nello staff di Mou entrò Michael Carrick.

De Rossi candidato per il posto di vice Mourinho

Con ogni probabilità la stessa pratica continuerà anche con la Roma. E nel folto staff di Mourinho ci sarà spazio anche per un collaboratore italiano che abbia legato in qualche modo la sua carriera alla Roma. Il primo nome che viene in mente è quello di Daniele De Rossi, che da due stagioni è fuori dal club, che sogna di fare l'allenatore e che ha iniziato la sua avventura da tecnico entrando nello staff tecnico del c.t. Mancini, ma il contratto di De Rossi con la Nazionale scade al termine degli Europei.