José Mourinho batte Pep Guardiola e si lancia in testa alla classifica della Premier League. Il Tottenham ha battuto per 2-0 il Manchester City grazie alle reti di Son e Lo Celso. Una partita che lo Special One è riuscito a vincere concedendo il possesso palla agli avversari ma lavorando bene nelle coperture preventive e nella difesa della porta di Lloris. I londinesi si issano in vetta alla graduatoria del campionato inglese, in attesa della gara tra Liverpool e Leicester di domani.

Gli Spurs hanno trovato il gol subito con Heung Min Son, che ha sfruttato perfettamente un lancio di Ndombele e ha freddato Ederson sul primo palo: essere passato in vantaggio subito ha permesso ai londinesi di lavorare sul piano gara che probabilmente il manager portoghese aveva già studiato e preparato. Il Tottenham ha occupato bene la propria metà campo e ha cercato di ripartire velocemente, sfruttando spesso i cambi di campo per colpire sul lato debole.

Poco prima della mezz'ora annullato un gol a Laporte per un tocco di mano precedente di Gabriel Jesus su cross dopo un cross dalla destra: l'arbitro Mike Dean si è consultato col VAR e dopo aver rivisto l'episodio ha deciso di non concedere il gol ai Citizens.

La gara si decide poco dopo l'ora di gioco: Mou Giovani Lo Celso è entrato in campo al minuto 64:14 e al 64:49 ha realizzato il secondo gol su assist di Harry Kane. È il primo gol in Premier League per l'argentino, alla sua 34a presenza nel campionato inglese. Il Manchster City ha chiuso la gara con il 67% del possesso palla ma non sono riusciti a tramutare questa supremazia in occasioni offensive pericolose. È l'ottavo risultato utile per il Tottenham, che ha perso solo all'esordio contro l'Everton di Ancelotti.

Negli scontri (24) tra Guardiola contro Mourinho è la prima volta che il tecnico portoghese batte per due volte di seguito il rivale catalano, la terza affermazione dello Special One negli ultimi quattro incroci: in totale sono 11 le vittorie di Pep, 6 i pareggi e 7 le vittorie di Mou.