La Juventus in queste prime nove giornate non ha mai perso, ed è una delle poche squadre a non aver fatto conoscenza con la sconfitte (le altre sono il Milan e la Roma, ko con il Verona ma a tavolino). Questa è forse l'unica grande nota positiva di quest'avvio di stagione. Perché la squadra guidata da Pirlo ha ottenuto solo tre vittorie sul campo in otto partite (a verbale c'è anche il 3-0 a tavolino con il Napoli). Un rendimento insufficiente considerata la rosa della Juventus, che cerca di vincere il 10° scudetto consecutivo. E se si guarda alle prime nove giornate dello scorso campionato il confronto con la gestione Sarri è stridente. Dopo 9 giornate un anno fa i bianconeri avevano 23 punti, oggi ne hanno 17.

Le prime 9 giornate di Sarri sulla panchina della Juventus

L'esperienza juventina del tecnico toscano si è chiusa in malo modo, ma l'avvio invece era stato fantastico. Sette vittorie nelle prime otto giornate di campionato, un solo pari 0-0 in casa della Fiorentina. Un percorso splendido con il 4-3 al Napoli e il 2-1 in casa dell'Inter, in cui si è visto nella sua massima espressione il ‘Sarrismo'. Nella nona giornata dello scorso campionato arrivò il secondo pareggio in campionato, 1-1 a Lecce. Dunque 7 vittorie e 2 pareggi. Totale: 23 punti, un bilancio ottimo, che diventa superlativo se lo si paragona a quello attuale.

Troppi pareggi per Pirlo con la Juventus in Serie A

La Juventus ha avuto un andamento regolare in quest'avvio di campionato. Ha vinto tre partite, contro Sampdoria (3-0), Cagliari (2-0) in casa e Spezia (4-1 in trasferta). In tutte queste partite decisivo è stato CR7. Poi cinque pareggi. Due all'Olimpico con Roma e Lazio, poi a Crotone e Benevento, mentre in casa è stata fermata dal Verona, in più il 3-0 a tavolino sul Napoli. Pirlo ha conquistato 17 punti, quindi sei in meno rispetto a Sarri allo stesso punto del campionato. Certo si potrà dire che quest'annata è particolare, si gioca ogni tre giorni, ma la Juventus si è comunque rinforzata e ha dei giocatori di prima fascia che per il momento non riescono a rendere come dovrebbero, tutti assieme. Il bicchiere per ora è mezzo vuoto. La Juve, parole di Pirlo, non riesce a vincere le partite sporche, prima era una specialità della casa. Urge una sterzata. Il tecnico bresciano forse deve scegliere una formazione base e limitare un po' di turnover.