Dejan Kulusevski è stata la grande rivelazione della prima parte di questo campionato di Serie A. Questo talentuoso svedese è diventato ben presto un uomo mercato e si è trovato a scegliere tra la Juventus e l’Inter, che lo hanno messo nel mirino subito e gli hanno fatto una corte spietata. Per settimane sembrava dovesse firmare prima con i bianconeri e poi con i nerazzurri, alla fine ha scelto la Juventus.

Perché Kulusevski ha detto di no all’Inter

Nell’intervista concessa a ‘La Gazzetta dello Sport’ il centrocampista classe 2000 ha spiegato perché ha declinato la proposta dell’Inter. I motivi sono stati prettamente tattici, e il faticoso inserimento di Eriksen, calciatore che ha delle caratteristiche simili alle sue, hanno confermato la sua scelta:

Con Conte i movimenti sono diversi, come l’assetto tattico. E il mio dubbio era proprio questo. Anche un giocatore forte come Eriksen sta faticando.

Si alla Juve per Sarri, sarà bello giocare con Ronaldo e Dybala

Prima di diventare a tutti gli effetti un calciatore della Juventus Kulusevski vuole salutare nel migliore dei modi il Parma: “Ora voglio chiudere in bellezza col mio club”, e poi potrà giocare con bomber di primissima fascia come CR7 e Dybala Mi attrae l’idea di misurarmi con i migliori. A maggior ragione vado lì per imparare. Non vedo l’ora di duettare con Dybala e il suo sinistro magico: in ogni caso ora so giocare in più ruoli e conto di ritagliarmi uno spazio anche a Torino”. Infine, il giocatore ha avuto parole d’elogio per il suo futuro tecnico Maurizio Sarri:

Quando l’ho conosciuto è stato simpatico, mi ha messo a mio agio. Conoscevo il suo Chelsea e il suo tipo di gioco. Anche per questo ho scelto il bianconero.

La prima volta allo Stadium e il benvenuto di Cristiano Ronaldo

Lo svedese scoperto dall’Atalanta ha raccontato della sua prima volta allo Stadium, lo scorso gennaio con il Parma arrivò a Torino e affrontò la Juventus. E lì fu ben accolto da Ronaldo e dai capitani Buffon e Chiellini:

Che emozione quel giorno allo Stadium, un’atmosfera unica! E CR7 mi ha detto: "Benvenuto Dejan, come stai?”. Anche Buffon e Chiellini sono stati carini con me. Una gioia immensa per un ragazzo che li aveva visti solo in tv.