La sfida contro il Ferencvaros valida per la quarta giornata di Champions League, è per certi versi storica per la Juventus. Per la prima volta i bianconeri schiereranno nel reparto difensivo solo giocatori stranieri. Tra portieri, difensori centrali e terzini, non ci saranno giocatori italiani. Una situazione che non si era mai verificata nei 123 anni di storia della Vecchia Signora, e legata anche agli infortuni dei titolari Bonucci e Chiellini.

Andrea Pirlo è stato costretto a fare di necessità virtù in occasione della sfida di Champions contro il Ferencvaros, schierando una difesa inedita. Il giovane mister bianconero ha schierato nelle vesti di centrali de Ligt e l'adattato Danilo, con sulle corsie Cuadrado e Alex Sandro. Scelte che permettono alla squadra bianconera di entrare nella storia del proprio club: è la prima volta in cui nella Vecchia Signora non ci sono calciatori italiani tra i difensori e il portiere. In realtà già contro il Cagliari, la Juve ha rischiato di far registrare questa curiosa "prima volta", ma la scelta di schierare tra i pali Buffon, al posto di Szczesny, ha rimandato il discorso. È bastato però aspettare qualche giorno, e la sfida valida per la quarta giornata della competizione continentale.

In 123 anni di storia, dunque la Juve aveva fatto sempre affidamento su almeno un calciatore italiano nel suo reparto arretrato. Gli infortuni di Chiellini e Bonucci, hanno però spinto Pirlo a scelte obbligate, per una difesa che potremmo rivedere in campo anche nelle prossime giornate. D'altronde con l'infortunio anche di Demiral, non ci sono molte possibilità di ricorrere a cambi per il tecnico della Juventus, che oltre ad alcuni giovani della Primavera potrebbe ricorrere al momento solo agli italiani Frabotta, nelle vesti di laterale e sul secondo portiere Buffon.