Quando si decideranno le sorti di Juventus-Napoli dello scorso 4 ottobre? Ancora non si sa, molto probabilmente solamente la prossima settimana si raggiungerà un verdetto su una partita che ha spaccato il calcio in due. Il Giudice Sportivo si sta prendendo tutto il tempo necessario visto che il campionato è fermo per la sosta delle Nazionali permettendo alla giustizia sportiva di analizzare nel dettaglio una situazione sulla quale si creerà un precedente scomodo, da ogni parte la si prenda. Le alternative sono due: o vidimare il 3-0 a tavolino a favore della Juventus oppure rinviare ufficialmente quell'incontro e deciderne la data di svolgimento.

Tutto dipende dalle carte che il Giudice Sportivo sta analizzando, dalle indicazioni federali, dalla valutazione della nota dell'Asl al Napoli, quale terzo elemento in gioco tra le parti che  – alla fine – ha scatenato il tutto, impedendo agli azzurri di partire e di disputare la partita rimasta in calendario da parte della Federcalcio. La decisione sulla partita che verrà presa riguarderà solamente la questione sportiva, rispondendo alla semplice domanda: il Napoli poteva recarsi a Torino per giocare oppure no? Se il Giudice Sportivo decreterà che c'è stato un legittimo impedimento, la gara verrà rigiocata con le carte che passeranno alla Lega che ne disporrà al meglio. Se la risposta fosse no, il 3-0 a tavolino verrebbe confermato a favore della Juventus.

Altra questione è l'eventuale violazione da parte del Napoli al protocollo varato nei giorni precedenti dalla Federcalcio sulle norme da seguire in caso di contagi per Covid 19. Ma non è compito del Giudice Sportivo valutarlo, bensì della Procura federale che ha già aperto un'inchiesta sulla partita. Fosse vero che la squadra partenopea non si è adeguata al rispetto delle regole nel Protocollo federale, la società potrebbe venire deferita al Tribunale Federale che sarebbe chiamato a dare un verdetto conclusivo.