Prestazione da dimenticare per la Juventus contro il Barcellona. La squadra di Pirlo non è riuscita ad impensierire più di tanto la difesa blaugrana. Complice anche un centrocampo che si è fatto surclassare da quello avversario, in cui hanno giganteggiato il baby Pedri, de Jong e il grande ex Pjanic. Nel dopo-partita del match di Champions è spuntato un retroscena relativo ad un calciatore che il nuovo mister della Juventus avrebbe voluto a tutti i costi a Torino, ovvero Manuel Locatelli.

Juventus, il centrocampo fa flop contro il Barcellona

Poco filtro, e scarsa assistenza al reparto offensivo. Notte da cancellare in fretta per i centrocampisti della Juventus contro il Barcellona. Bentancur e Rabiot hanno spesso girato a vuoto e non sono riusciti a prendere per mano la squadra, soprattutto in fase di ripartenza, con pochissime verticalizzazioni nonostante la generosità. L'uruguaiano e il francese sono stati spesso e volentieri surclassati dall'ex compagno Pjanic, e soprattuto dal giovane Pedri tra i migliori in campo con Leo Messi, e capace di giovare del senso della posizione di de Jong. La situazione non è cambiata anche dopo l'ingresso di Arthur e soprattutto McKennie, anche se quest'ultimo si è dato un gran da fare nello spezzone finale.

Il retroscena di mercato, Pirlo voleva Locatelli alla Juventus

È mancato e non poco alla Juventus, un vero e proprio "faro" in mezzo al campo. Un giocatore capace di illuminare i bianconeri e organizzare il gioco dando maggiore equilibrio ai reparti. A tal proposito nel post-partita, dagli studi Sky, il giornalista Paolo Condò ha rivelato un retroscena su un obiettivo che Andrea Pirlo avrebbe voluto alla sua corte nell'ultima sessione di mercato. Si tratta di Manuel Locatelli, protagonista di un rendimento in crescendo al Sassuolo e reduce da una stagione eccezionale. Il nuovo mister bianconero ha spinto per il suo ingaggio fino all'ultimo: "So per certo che Pirlo fino all’ultimo ha chiesto Locatelli come acquisto top secret dal Sassuolo. E' il giocatore che manca, che serviva a questa Juve. Alla fine non lo hanno accontentato".

Nonostante le strizzate d'occhio nemmeno troppo velate dello stesso Locatelli alla Juve e al suo idolo Pirlo, alla fine però la trattativa non è andata in porto, anche in virtù delle richieste del Sassuolo non intenzionato a svendere uno dei suoi migliori giocatori. Geometrie, qualità ma anche quantità: doti quelle di Locatelli che avrebbero fatto molto comodo anche nella serata storta contro il Barcellona.