I tifosi del Chelsea, non hanno dubbi: Jorginho dovrà essere il rigorista ufficiale della formazione allenata da Lampard. Il motivo non è nei numeri del centrocampista ex Napoli che ha segnato 3 reti in stagione, tutte dal dischetto, ma dalla speciale benedizione ricevuta dal calciatore nell'incontro di pochi giorni fa con Papa Francesco. Quella che è stata ribattezzata come "La benedizione di Bergoglio" per Jorginho è diventata l'oggetto di una sorta di petizione online, dei sostenitori Blues nei confronti del proprio mister.

Jorginho, la foto con Papa Francesco e la petizione dei tifosi del Chelsea

Pochi giorni fa Jorginho ha postato sul suo profilo Instagram una foto relativa all'incontro (con il gruppo azzurro) con Papa Francesco. Il centrocampista del Chelsea e della Nazionale ha condiviso il momento della stretta di mano con il Pontefice, con queste parole: "E per la seconda volta ho avuto l’occasione di stringere la mano a questa persona così importante nel mondo ma di un’umiltà unica, che ci trasmette così tanta serenità e tanta energia positiva.. è stato ancora una volta una grande emozione". L'ex Napoli non si sarebbe mai aspettato che questa foto finisse per diventare l'oggetto di una curiosa iniziativa dei tifosi del Chelsea.

Jorginho rigorista del Chelsea dopo la benedizione di Papa Francesco

Sui social infatti i sostenitori Blues hanno fatto partire un tam tam con tanto di richieste a mister Lampard. Una petizione affinché Jorginho diventi il rigorista ufficiale del Chelsea, senza possibilità di essere sostituito dal dischetto. Secondo i tifosi infatti Jorginho ha ricevuto una benedizione dal Papa e dunque sarà "infallibile" dal dischetto. D'altronde il gol segnato dagli 11 metri in occasione di Italia-Grecia, sfida che ha regalato agli azzurri la qualificazione a Euro 2020, ne sarebbe la conferma (l'ex Napoli ha già realizzato 3 reti su rigore in stagione e con la maglia dei londinesi 3 dei 4 gol messi a referto sono arrivati su penalty). Tutti d'accordo dunque nel chiedere a Lampard di non cambiare le gerarchie sui rigoristi per quella che è stata ribattezzata come "La benedizione di Bergoglio" e addirittura "La mano di Dio".