È proprio il caso di dire "dalle stelle alle stalle". Dalla vittoria del campionato cinese per la prima volta nella sua storia, alla scomparsa. Una fine ingloriosa quello dello Jiangsu Suning, che il 28 febbraio scorso ha annunciato la sospensione di tutte le attività a causa di gravi problemi economici. La società gestita dal gruppo di Zhang Jindong, proprietario anche dell'Inter, ha gettato la spugna. E nelle ultime ore ha fatto il giro del mondo un'immagine emblematica, ovvero quella del pullman della squadra in vendita presso un mercato di auto usate.

Dopo la sospensione di tutte le attività del club, a tutti i livelli, i tentativi di "riportare in vita" lo Jiangsu Suning non hanno avuto fortuna. E così, ecco che mentre tutte le altre squadre hanno dato il via alla nuova stagione, i campioni in carica sono spariti dai radar, dopo che i calciatori hanno lasciato il club, per cercare fortuna altrove. Un epilogo inevitabile dopo che Zhang Jindong non è riuscito a vendere il club, trovando qualcuno che si accollasse i pesanti debiti. Una beffa per una squadra capace di vincere il massimo campionato cinese e in cui hanno militato in passato anche calciatori e allenatori di caratura internazionale. Impossibile andare avanti senza gli aiuti statali, dopo i tagli del governo cinese, per un'attività definita non strategica da Suning che sta affrontando anche difficoltà di gestione nell'Inter.

Una fotografia perfetta della triste fine dello Jiangsu Suning, arriva proprio dal Paese orientale. La stampa cinese ha infatti mostrato alcune foto del pullman dello Jiangsu Suning, in una rivendita di auto usate. Come evidenziato da news.zhibo8.cc il mezzo che in passato ha trasportato i calciatori in occasione delle trasferte, o degli spostamenti per raggiungere lo stadio, è ufficialmente in vendita. La conferma arriva anche da un biglietto posizionato sul cruscotto, in cui si evidenzia che il bus non è assicurato. Un'immagine molto triste per i tifosi del Jiangsu