"Uno stadio per Parma, ispirato da Parma". È questo lo slogan con cui la società di Kyle Krause ha presentato oggi il concept del progetto di rinnovamento dello Stadio Ennio Tardini. Le parole chiave del piano sono innovazione, inclusività, ecosostenibilità e multifunzionalità. Il progetto vero e proprio sarà ultimato entro un mese, ma il rendering realizzato dallo Studio Zoppini ha già fornito qualche indicazione su come si presenterà il nuovo impianto.

La soddisfazione di Krause

La nuova casa gialloblu pretende di essere un esempio di innovazione per i prossimi decenni e un impianto multifunzionale, che possa essere utilizzato dai cittadini parmigiani durante tutta la settimana. Si tratterà di un nuovo spazio per tutta la comunità che, attraverso un questionario proposto dalla stessa società ducale, ha espresso il proprio assenso al rinnovamento dello stadio nella sua attuale posizione. A confermare tale scelta è stato lo stesso presidente del Parma, Kyle Krause:

Lo Stadio Tardini è al suo posto da cento anni, ed è un’icona per il Parma, per i suoi tifosi e per tutta la città. Abbiamo recentemente iniziato un percorso per assicurarci che rimanga qui dove si trova ora, rigenerato, per un altro secolo. Abbiamo l’obiettivo di consegnare alla città di Parma uno spazio moderno e multifunzionale che possa essere utilizzabile da tutti, con la massima attenzione alle necessità del quartiere. Sono orgoglioso di questo progetto, e non vedo l’ora di tifare Parma con tutti i nostri tifosi nel nostro nuovo Tardini, e di poterlo fare per i prossimi decenni.

L'entusiasmo del presidente, a Parma solo da qualche mese, è confermato dal grande investimento del Gruppo Krause, per un progetto che si dimostra ancora una volta essere a lungo termine.

I dettagli del progetto

A dare i dettagli tecnici del progetto, invece, è stato l'architetto Alessandro Zoppini, secondo cui il nuovo stadio ducale sarà un impianto "sostenibile con un'atmosfera unica: una casa rinnovata, nella quale i tifosi saranno vicinissimi all'evento". Lo stesso ha poi aggiunto:

Il nuovo Tardini creerà più di 20.000 mq di spazi pubblici, aperti tutti i giorni, a servizio della comunità e soprattutto delle nuove generazioni, diventando un nuovo centro di aggregazione e di inclusione. La sua unicità e la sua innovazione lo faranno diventare il nuovo punto di riferimento per i futuri stadi e una nuova icona per la città.

Soddisfatto per la collaborazione tra la società gialloblu e la città, infine, il sindaco della città Federico Pizzarotti, che ha tenuto a ringraziare il Parma Calcio e i cittadini parmigiani, ribadendo che "questa è un'alleanza che fa bene a tutta Parma".