Nonostante l'importante vittoria in trasferta del suo Bologna sul campo della Sampdoria che vale la quasi matematica salvezza, Sinisa Mihajlovic bacchetta i due giocatori che con i loro gol hanno deciso l'incontro. Durante la conferenza stampa post match a Marassi il tecnico serbo ha prima ripreso Musa Barrow che ha trasformato il calcio di rigore sbloccando il match contro i blucerchiati e poi Riccardo Orsolini che oltre ad essersi procurato il penalty ha poi realizzato la rete del 2-0 rivelatasi determinante per il successo finale per 2-1 (di Bonazzoli la rete doriana) dei felsinei.

Mihajlovic su Barrow: "È troppo moscio. Non ci mette cattiveria e fame"

"Barrow – ha detto infatti l'allenatore bolognese sul talento gambiano classe '98 ex Atalanta – non ci mette nulla del suo, ha quello che gli ha dato Dio. Velocità, tecnica, sa fare gol. Non ci mette cattiveria, fame, che uno deve avere. Se riesco a migliorarlo diventa un giocatore che può fare la differenza ovunque. Dipende da me, ma soprattutto da lui. Si deve aiutare da solo. Mi piace quando lo vedo cattivo, lo vedo spesso moscio – concludendo poi con una velata "minaccia" volta a stimolarlo -. Se non cambia questo sarà dura che gioca".

Il serbo su Orsolini: "A fine primo tempo lo avrei sostituito"

Parole poco tenere anche per Riccardo Orsolini  che nella ripresa ha cambiato l'inerzia del match dopo aver deluso nei primi 45′ di gioco: "Lo avrei cambiato a fine primo tempo se avessi avuto ricambi all'altezza – ha confessato infatti Sinisa Mihajlovic alla fine della partita vinta contro la Sampdoria di Claudio Ranieri -. Poi ha fatto gol e procurato il rigore, ma non ero contento di quello che stava facendo: l'impegno c'è sempre stato, ma da uno come lui mi aspetto giocate che fanno la differenza" .